Mercoledì, 28 Luglio 2021
Elezioni comunali 2016

Giorgio Airaudo: “Appendino è la Renzi dei poveri, Fassino scopre ora la crisi”

Il candidato a sindaco di Torino, che ha preso il 3,7% delle preferenze, è intervenuto ad Agorà su RaiTre

"Al ballottaggio a Torino abbiamo deciso di lasciare libertà di voto". Così Giorgio Airaudo, Sinistra Italiana, che al primo turno ha raccolto il 3,7% con la lista Torino in Comune, intervenendo questa mattina ad Agorà su RaiTre

Come riporta Askenews, Airaudo ha aggiunto: "Sono rimasto basito quando ho saputo che il sindaco, Piero Fassino, ha scoperto alle 3 di notte, ad urne chiuse, che la città soffre socialmente dopo aver detto, per mesi, che Torino aveva retto la crisi meglio di altre città".

Airaudo ha poi spiegato il motivo del mancato sostegno al sindaco uscente: "Fassino si è occupato più di fondazioni bancarie che di politiche sociali".

Airaudo non ha risparmiato critiche neanche alla candidata del Movimento Cinque Stelle, Chiara Appendino: "Quando dice che affronterà i problemi del lavoro con gli incentivi dei risparmi della politica, mi viene da sorridere, perché fa la Renzi dei poveri".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorgio Airaudo: “Appendino è la Renzi dei poveri, Fassino scopre ora la crisi”

TorinoToday è in caricamento