menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tessera elettorale, come rinnovarla e chiedere il duplicato

Indicazioni utili per gli elettori che il 26 maggio si recheranno alle urne

Alle urne, in occasione delle elezioni del 26 maggio, i cittadini dovranno presentarsi al proprio seggio muniti di tessera elettorale e un documento di riconoscimento valido con fotografia, rilasciato dalla pubblica amministrazione. E' necessario quindi che gli elettori controllino la propria tessera elettorale ricordando che se gli spazi per la certificazione del voto sono tutti timbrati, occorrerà richiederne una nuova. La tessera elettorale infatti è valida fino all'esaurimento dei 18 spazi disponibili .

Dove recarsi per ottenere una nuova tessera

Per ottenere la nuova tessera elettorale, è necessario presentarsi allo sportello dell'ufficio elettorale o dell'anagrafe di circoscrizione con la tessera elettorale da sostituire e un documento d'identità in corso di validità. Il rilascio della nuova tessera è immediato. In caso di smarrimento è necessario chiedere un duplicato della tessera presso gli uffici elettorali muniti di documento di identità: rivolgendosi all'ufficio elettorale di corso Valdocco 20, all'ufficio di anagrafe della Circoscrizione di residenza, online compilando l'apposito form presente su TorinoFacile.

 In caso di deterioramento invece, è possibile ottenere un duplicato della tessera elettorale previa riconsegna di quella deteriorata. Il duplicato della tessera elettorale può essere richiesto all'ufficio elettorale o all'ufficio di anagrafe della Circoscrizione di residenza. E' consigliabile non attendere gli ultimi giorni prima della votazione per richiedere il duplicato della tessera elettorale, al fine evitare code e attese agli sportelli.

Italiani residenti all'estero

Gli italiani risiedenti in altri stati membri dell'Unione possono votare per le liste italiane nelle sezioni elettorali appositamente istituite nei consolati d’Italia o in altre istituzioni predisposte nel caso in cui abbia presentato debita domanda al consolato entro lo scorso 7 marzo. Chi vive fuori dall’Unione Europea, dovrà necessariamente rientrare in Italia per poter votare. Non sono ammessi voto per corrispondenza o procura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento