Elezioni regionali piemonte 2019

Elezioni regionali: Cirio 13 punti davanti a Chiamparino, lo scrutinio in diretta

Attesa per il risultato definitivo

Voti reali: Cirio (centrodestra) in testa col 49,92%

Quando sono state scrutinate 3.900 su 4.807 sezioni Alberto Cirio (centrodestra) è in netto vantaggio con il 49,92% delle preferenze. Segue Sergio Chiamparino (centrosinistra) con il 36,29%. Staccatissimo Giorgio Bertola (Movimento 5 Stelle) con il 13,07% e ancor di più Valter Boero (Il Popolo della Famiglia) con lo 0,72%.

Le prime reazioni

Si sono aperti alle 14 i giochi per la presidenza della regione Piemonte. Lo spoglio delle schede elettorali proseguirà per tutta la giornata contraddistinto, almeno inizialmente, da un testa a testa Chiamparino-Cirio. Secondo gli ultimi exit poll sarebbe Alberto Cirio, il candidato di centrodestra, a poter vincere la tornata elettorale seguito dal governatore uscente, Sergio Chiamparino del Pd. Nettamente distanti gli altri due candidati Giorgio Bertola del M5S e Valter Boero, candidato per il Popolo della Famiglia.

Sergio Chiamparino commenta sui social: "Naturalmente un commento sul voto regionale sarà possibile solo sulla base dello spoglio reale, ma è evidente che se gli exit poll venissero confermati, la vittoria di Alberto Cirio e del centrodestra sarebbe netta. In attesa dei risultati ufficiali voglio ringraziare chi mi ha votato e tutti coloro che mi hanno sostenuto ed aiutato in questa campagna elettorale". 

Sergio Chiamparino, secondo le ultime informazioni, ha convocato i giornalisti in conferenza stampa alle 17.45 di oggi, lunedì 27 maggio.

Alberto Cirio aspetterà il risultato ufficiale nel suo ufficio di Alba, solo successivamente, in caso di vittoria, si recherà a Torino, in Consiglio regionale intorno alle 19.  

I risultati in diretta QUI

 Chi sono i 4 candidati

•    Sergio Chiamparino, classe 1948, attuale governatore e sindaco di Torino per due mandati - nel 2011 e nel 2006 -, dopo qualche tentennamento iniziale, è in cerca di una conferma. A sostenerlo un'ampia coalizione di centrosinistra 
•    Per il centrodestra, sostenuto da Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia, in corsa c'è Alberto Cirio, classe 1972, eurodeputato dal 2014, già vicesindaco e assessore al Turismo di Alba, dove risiede, è stato anche assessore all'Istruzione, Sport e Turismo in Regione, dal 2010 al 2014. 
•    Il M5S ha schierato invece il 48enne Giorgio Bertola, scelto unanimamente dal voto online degli iscritti alla piattaforma Rousseau. Bertola è attualmente consigliere regionale. 
•    E poi, per il Popolo della Famiglia, partito dalla decisa impronta cattolica e guidato a livello nazionale da Mario Adinolfi, c'è Valter Boero, docente universitario, ex consigliere comunale a Torino e presidente per il Piemonte del Movimento per la Vita.

Domenica 26 maggio i cittadini piemontesi hanno votato per eleggere i candidati alle elezioni Europee. Nel Torinese i cittadini sono stati chiamati alle urne in 209 comuni per le elezioni Amministrative.

Mentre si stanno svolgendo gli scrutini per l’elezione del nuovo Consiglio regionale, all’indomani del voto, il presidente di Confagricoltura Piemonte Enrico Allasia augura buon lavoro ai neo parlamentari europei  e in merito alle elezioni regionali afferma che

“seppur a scrutinio ancora in corso, evidenziamo che il Piemonte ha espresso in modo inequivocabile una profonda volontà di rinnovamento, particolarmente richiesta anche dal mondo agricolo. Il settore primario, in particolare, ha la necessità che la nuova amministrazione della Regione si attivi al più presto per velocizzare le procedure del Piano di Sviluppo Rurale, per la valorizzazione delle produzioni, il contenimento del proliferare eccessivo della fauna selvatica e lo snellimento della burocrazia, per ridare fiato allo sviluppo dell’agroalimentare subalpino”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni regionali: Cirio 13 punti davanti a Chiamparino, lo scrutinio in diretta

TorinoToday è in caricamento