Elezioni, Salizzoni e Abbruzzese: due luminari della chirurgia in corsa per la Regione

Centrosinistra e centrodestra schierano il "re dei trapianti" e il "chirurgo dei bambini"

Da sin. Salizzoni e Abruzzese

Dalla sala operatoria alla Regione. Mauro Salizzoni e Piero Abbruzzese, due eccellenze nell'ambito della medicina che non hanno bisogno di troppe presentazioni, sono rispettivamente le punte di diamante del centrosinistra e del centrodestra alle ormai imminenti elezioni regionali del Piemonte. Due uomini di scienza e di successo per metterebbero a disposizione della Regione le loro competenze.Il "re dei trapianti" di fegato Salizzoni compare nella lista di candidati del governatore uscente e amico Sergio Chiamparino mentre Abbruzzese, cardiochirurgo pediatrico di successo, nella lista civica Sì Lavoro Sì Tav per il Piemonte nel Cuore, a sostegno di Alberto Cirio.

Per loro gli assessorati alla Sanità e ai Bambini 

Salizzoni, in caso di vittoria del centrosinistra, sarebbe il più probabile assessore alla Sanità mentre Abbruzzese, qualora avanzasse il centrodestra, andrebbe a coprire l'assessorato ai Bambini, una sua idea - e una novità per la Regione Piemonte - prontamente appoggiata e lanciata dallo stesso Cirio. Avversari ma colleghi, Salizzoni e Abbruzzese non hanno nascosto poi la loro differente visione a proposito del Parco della Salute. Sostenitore per eccellenza il primo, del nuovo polo ospedaliero che ingloberebbe Cto, Sant'Anna e Regina Margherita, è di opinione diversa invece il secondo che privilegia ospedali mono-specialistici e che notoriamente si batte affinchè il Regina Margherita, di cui è stato primario di Cardiochirurgia, possa mantenere e migliorare la sua eccellenza. 

Chi sono i due candidati

Mauro Salizzoni

Mauro Salizzoni, 71 anni e ormai in pensione, ne ha passati 44 in sala operatoria. Si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Torino nel 1973 e si è specializzato in Chirurgia Generale e Toraco-Polmonare nel 78 e nell'81. Ha completato la sua formazione nel 1981 e nel 1982 a Parigi – Colombes in Francia presso la Clinica Chirurgica diretta dal Prof. J.N.Maillard e ad Hanoi in Vietnam nel 1983 e 1984 con il Prof Nguyen Duong Quang, specializzandosi nella chirurgia epatica ed esofagea e partecipando all’attività sperimentale di trapianto epatico. 

Il suo più grande merito è quello di aver portato il Centro trapianto di fegato delle Molinette di Torino tra i primi cinque più importanti al mondo. In 27 anni di attività, la sua équipe ha eseguito 3095 trapianti di fegato, nella stragrande maggioranza dei casi con esiti ottimali. Per questo lo chiamano anche il "professore dei record". Salizzoni è anche consigliere comunale a Ivrea. 

Piero Abbruzzese

Piero Abbruzzese, luminare della chirurgia infantile e che si autodefinisce il "medico dei bambini", è nato nel 1950 a Taranto e in seguito alla laurea si è specializzato negli Stati Uniti. Ha esercitato la professione all'estero e in seguito ha scelto di stabilire nuovamente la sua base in Italia. E' partito da Potenza, poi si è trasferito nel centro d’eccellenza di Bergamo, a Cagliari, in veste di primario e infine a Torino come direttore del dipartimento di Cardiochiururgia all’ospedale infantile Regina Margherita.

Abbruzzese ha rivoluzionato l’ospedale dando vita alla Fondazione Forma, il cui obiettivo primario è quello di “bambinizzare” il nosocomio, dipingendo i muri con i personaggi dei fumetti e creando una biblioteca a misura di bambino. Inoltre si dedica a progetti di solidarietà: è direttore scientifico della Marco Berry Onlus ed è responsabile unico del Mas Children del ministero della Sanità del Somaliland e consulente per la Cardiochirurgia e la Pediatria.

Potrebbe interessarti

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • Il Barbecue perfetto:  6 regole fondamentali

  • Bagnet verd, la tipica salsa piemontese: assaggiatela coi tumin

  • Come combattere la piaga dei punti neri

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Scendono a cambiare la gomma a terra, passa un'auto e li travolge: due morti e un ferito

  • Tragedia nella notte: ucciso un uomo dopo un violento litigio

  • Addio a Sabino, una roccia sul ring e un papà dolcissimo

  • Caos in coda al concerto di Eros: 700 fan costretti a rimanere fuori

  • Accende il gas per preparare il caffé e la cucina esplode: ustionata una torinese

Torna su
TorinoToday è in caricamento