Grugliasco, insulti razzisti su Facebook: la vittima è Fatima, candidata del Pd

La ventiseienne, nata in Italia ma di origini libanesi, è prossima alla laurea in Farmacia

Fatima Chkeir

Fatima Chkeir ha 26 anni, è laureanda in farmacia, è nata in Italia da due medici libanesi ed è candidata per il Pd alle comunali di Grugliasco, nella lista che sostiene Roberto Montá. Ma porta il velo ed è forse questo uno dei motivi per cui, mercoledi 6 giugno, sul gruppo Facebook "Sei di Grugliasco se...", è stata oggetto di insulti e commenti razzisti, rimossi in fretta dagli amministratori. Un exploit infelice che però non è passato inosservato.  

" Mi permetto di intervenire per stigmatizzare i commenti razzisti apparsi sotto il post di Fatima Chkeir - è intervenuto sul web il consigliere comunale del Pd a Grugliasco, Pier Paolo Soncin  -. Fatima è una giovane che si è messa in gioco per la propria città e già solo questo la eleva mille miglia più in su dei soliti 'c... da tastiera' che, nonostante il bel lavoro di Luca Derosa e Francesca Cuzzocrea, abitano ancora questo gruppo e, ahimè, la nostra bella Città. A lei tutta la mia solidarietà". 

Nella questione ha detto la sua anche il consigliere democratico regionale Daniele Valle: " Fatima Chkeir è una giovane studentessa molto in gamba... Lei, come tutti, sta svolgendo la sua campagna elettorale anche sui social, che però spesso si rivelano il luogo dove la gente dà il peggio di sè.  

Ne approfitto allora per dire a Fatima che io e moltissime altre persone siamo al suo fianco in questa candidatura e in generale lo saremo anche in tutte le sue battaglie, perchè abbiamo bisogno di intelligenze e di storie come la sua.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda i leoni del web, possono anche tornare nel loro oblio, sappiano solo che i loro commenti disgustosi non fanno altro che rafforzare la nostra convinzione che costruire un'Italia migliore e multiculturale è oggi più che mai necessario". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guerriglia in centro a Torino. Vetrine sfasciate, lanci di bottiglie e bombe carta. Gli agenti rispondono con cariche

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di lunedì 26 ottobre 2020. Boom di ricoveri, ma indice contagio scende

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

  • Domani sera a Torino due manifestazioni contro le limitazioni sul coronavirus

  • Bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti nel weekend. "Rischio di stop definitivo"

  • Luca Argentero furioso con i settimanali Chi e Oggi: sulle loro pagine le foto della figlia, senza permesso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento