Elezioni comunali 2011

Liste elettorali, il Tar ha deciso: 6 ricorsi accolti e 6 respinti

Non è arrivato l'ok per il ricorso presentato da Bruno Berardi, che si era candidato a sindaco per Fiamma Tricolore. Lui dice: "Ricorreremo al Consiglio di Stato"

Erano 12 i ricorsi presentati al Tar di Torino inerenti le liste elettorali per le elezioni comunali di metà maggio: 6 ricorsi sono stati accolti e altrettanti sono stati respinti. Non è arrivato l'ok per il ricorso presentato da Bruno Berardi, che si era candidato a sindaco per Fiamma Tricolore. "Ricorreremo al Consiglio di Stato - ha commentato questa sera Bruno Berardi, figlio del maresciallo di polizia Rosario, ucciso dalle Br nel 1978 - almeno ci porteremo fuori Torino, città da sempre fortemente antifascista e antidestra, che non ci vuole assolutamente far passare". Respinti anche tutti i 5 ricorsi presentati da candidati di liste vicini al candidato a sindaco di Torino Marco Di Nunzio, che era sostenuto anche dalla discussa lista "Bunga bunga più pilo per tutti".

Sono invece stati accolti i ricorsi presentati da Elena Maccanti, segretaria cittadina della Lega Nord, per una questione di firme apposte alla lista; da Roberto Foderà (Idv), per un analogo problema; i due presentati da Vincenzo Saturino (Lista Movimento No Euro e Lista Del Grillo) per una questione di regolarità del simbolo. Accolti anche due ricorsi presentati fuori Torino ovvero contro la Commissione elettorale di Novara, quelli di Patrizia Martini e di Giovanni Grazioli, entrambi relativi a liste della circoscrizione di Borgomanero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liste elettorali, il Tar ha deciso: 6 ricorsi accolti e 6 respinti

TorinoToday è in caricamento