Elezioni comunali 2011 San Salvario / Piazza Madama Cristina

Piazza Madama Cristina, bomba carta esplode al meeting di Coppola

Il petardo è stato fatto esplodere all'angolo con via Berthollet, a pochi metri dal Damadama, dove il candidato Pdl stava incontrando i rappresentanti di un'associazione del quartiere

Il clima era tranquillo martedì sera, dopo il confronto con Piero Fassino alla Fondazione Agnelli. Michele Coppola, il candidato sindaco del Pdl, era al Damadama, locale a San Salvario, in piazza Madama Cristina, per un informale incontro con i rappresentanti dell'associazione che organizza "Paratissima".

Poi il botto, fortissimo. Un petardo "da stadio", una sorta di bomba carta. Il petardo è stato fatto esplodere all'angolo con via Berthollet, a poche decine di metri da dove era il candidato Pdl. Sul posto è prontamente arrivata la Digos. Nessuno è rimasto ferito dallo scoppio. Gli unici danni li ha riportati un'automobile, la cui carrozzeria è stata liveemnte rovinata. Secondo le prime informazioni disponibili si è trattato, con ogni probabilità, di un grosso petardo che potrebbe essere stato scagliato dal balcone di una delle case vicine.

Michele Coppola non appare intimorito:  "Magari è solo qualche fesso che vuole attirare l'attenzione. Certo non era un saluto di benvenuto. Tuttavia questo non ci impedirà di tornare a San Salvario, anzi tutte le attività che porteranno cultura in questo quartiere troveranno il nostro appoggio. Non ci facciamo intimidire da nessuno". A stigmatizzare l'episodio anche il coordinatore del Pdl giovani, Vittorio Corelli, che commenta: "Non riuscendo ad ostacolare la forza delle nostre idee cercano di fermarci con le intimidazioni".


Pronta condanna anche da parte del principale avversario alle comunali: "Un gesto inqualificabile e inammissibile. Mi auguro che il responsabile venga al più presto individuato e punito". E' stata questa la prima reazione di Piero Fassino apprendendo la notizia del petardo che ha  interrotto questa sera l'appuntamento elettorale di Michele Coppola. "Per fortuna - ha continuato Fassino - non ci sono state conseguenze. Ciò non toglie che questi gesti di stupidità e intolleranza non possano avere alcuna cittadinanza in questa città. Il confronto elettorale si è svolto sino ad oggi in modo civile e ineccepibile e sono certo che si voglia da parte di tutti continuare su questa strada. A Coppola e ai suoi sostenitori presenti alla riunione, va tutta la mia solidarietà". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Madama Cristina, bomba carta esplode al meeting di Coppola

TorinoToday è in caricamento