Elezioni comunali 2011

Domenica e lunedì si vota: ultimi appelli di Fassino, Coppola e Musy

I candidati sindaco chiudono la campagna elettorale. Fassino: "Voglio essere il sindaco di una città in cui nessuno sia lasciato solo". Coppola: "I torinesi vadano alla urne, ogni singolo voto vale"

Ultimi appelli a Torino prima del voto. "Chiedo agli elettori di darmi fiducia per continuare l'opera di rinnovamento iniziata dal sindaco Chiamparino e perchè serve a Torino un sindaco che abbia esperienza, relazioni per guidarla con mano sicura anche nei prossimi anni". Queste le parole rivolte ai torinesi del candidato sindaco di Torino per il centro sinistra, Piero Fassino. "Chiedo di votarmi perchè ho messo al centro del mio progetto i giovani ed il loro futuro, creando lavoro per liberarli dalla precarietà, e perchè voglio essere il sindaco di una città in cui nessuno sia lasciato solo e ogni famiglia possa vivere meglio e nella sicurezza - continua Fassino - perchè farò una Giunta con il 50 per cento di donne, perchè nei prossimi anni Torino sia capace di continuare a cambiare sè stessa, anche nelle periferie,e nella trasformazione offra nuove opportunità di innovazione, di sapere, di cultura".

Per Michele Coppola, candidato del centrodestra a sindaco di Torino, l'obiettivo è il ballottaggio: "Portare i torinesi tra 15 giorni a una scelta secca, tra il nuovo e il vecchio modo di concepire la politica". Lo dice salendo sul bus scoperto con il quale lui ed esponenti dell' alleanza che lo sostiene (Pdl-Lega Nord-La destra) chiudono la campagna elettorale del centrodestra con un viaggio attraverso le dieci circoscrizioni. "Io - dice - non faccio un appello al voto utile o intelligente, rivolgo un appello al voto e basta: i torinesi vadano alla urne, ogni singolo voto vale. In città sta per iniziare un nuovo ciclo". Coppola commenta l'ultimo fatto che ha turbato la vigilia del voto, il volantino con la sua foto ma il simbolo di un altro candidato sindaco, Domenico Coppola, distribuito in un mercato di periferia. «"L'episodio più volgare - dice - di cui gli autori dovrebbero vergognarsi, il modo peggiore per chiudere la campagna elettorale dopo che già all'inizio avevano tentato di distrarre l'elettorato con le liste farlocche".

"Rilanciare Torino come città europea, inserendola negli assi Milano-Napoli e in quelli diretti a Marsiglia, Lione e Bruxelles": è uno degli obiettivi di Alberto Musy, candidato sindaco di Torino per il Nuovo Polo. "Siamo una forza tranquilla - ha detto Musy concludendo in serata la campagna elettorale - memore della storia della città e capace di immaginare il futuro". "La nostra - ha sottolineato - è stata una sfida difficile, ma siamo stati aiutati da molte persone e, soprattutto, siamo stati capaci di essere noi stessi. La nostra cifra comune è stato il concorso a lavorare a un progetto senza sprecare energie in polemiche inutili".

TUTTO SULLE ELEZIONI 2011

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domenica e lunedì si vota: ultimi appelli di Fassino, Coppola e Musy

TorinoToday è in caricamento