Elezioni comunali 2011

Alberto Musy presenta il suo programma: "Sogno una Torino senza muri"

Il candidato sindaco del Terzo Polo ha presentato alla stampa i punti principali del suo programma elettorale: "Bisogna lavorare per attirare il mondo della ricerca e dell'industria"

Alberto Musy, il candidato del Terzo Polo alle Comunali 2011 di Torino, ha presentato alla stampa i punti principali del suo programma elettorale. Semplificazione dell'accesso alla città, senza Ztl, senza il ricorso forzato alle multe, magari con telepass per chi viene da fuori per lavoro, investimenti per una cultura "più popolare", al di là dei grandi eventi, 50 nuovi asili in città, più servizi per gli anziani piuttosto che la Città della Salute.

Nella nuova sede del partito di via Carlo Alberto "pian terreno, con porte aperte per parlare con chi passeggia", Alberto Musy, professore universitario di 44 anni, 4 figlie e modi gentili, ha raccontato la città dei suoi sogni, una "Torino senza muri".

Senza muri, ha spiegato, tra chi può entrare nella Ztl e chi no, tra le zone sicure e quelle pericolose, tra chi ha i soldi per arrivare a Torino in macchina e chi no, tra chi ha denaro per comprare i biglietti per l'opera e chi no.

Torino, racconta Musy, si è vista scippare negli anni un po' di tutto, dalla moda al cinema, dalla Telecom alla Rai, e che deve lavorare sul suo appeal "per attirare il mondo della ricerca e dell'industria, incentivando il lavoro autonomo, la detassazione per chi investe, la lotta agli sprechi".


I 4 miliardi di debito della città di Torino (è il comune più indebitato d'Italia) sono un problema enorme. Musy sostiene che "bisogna rinegoziare il costo del debito riconvertendolo affinché vada nelle mani dei cittadini risparmiatori e non più in quelli delle banche straniere speculatrici". Dalla prossima settimana la campagna elettorale entra nel vivo. Musy promuoverà in giro per la città sette incontri a tema (lavoro, viabilità, sostegno alle famiglie, sicurezza, ambiente, cultura, debito) per parlare con i cittadini e la società civile della Torino futura

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alberto Musy presenta il suo programma: "Sogno una Torino senza muri"

TorinoToday è in caricamento