Politica

Cerutti (Sel): "Dimissioni del gruppo solo se atto concreto"

La consigliera regionale di Sel, Monica Cerutti, è d'accordo alle dimissioni del gruppo, purché non sia una semplice provocazione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Oltre gli annunci l'opposizione deve mettere in campo un percorso politico che porti alla decadenza della Giunta regionale guidata da Roberto Cota. Questa è una legislatura che già dal suo inizio è stata viziata da irregolarità evidenti che proprio in queste settimane hanno trovato conferme definitive della magistratura, ed ora siamo in attesa della decisione del TAR sulla lista Giovine.

Già più volte durante l'arco di questa legislatura ho risposto in modo affermativo agli appelli lanciati dai colleghi dell'opposizione a mettere a disposizione il mio mandato per liberare il Piemonte dalle politiche disastrose del centro-destra. Solo pochi mesi fa, ad esempio, la collega Eleonora Artesio propose una mozione di sfiducia nei confronti del Presidente della Giunta regionale che fui pronta a firmare, ma che non venne sottoscritto dalla stragrande maggioranza dell'opposizione.

Crediamo che il dado sia tratto e che sia necessario salire sull'Aventino, ma l'azione dell'opposizione deve essere frutto di un percorso politico, che diventa efficace se coinvolge una parte della maggioranza stessa. Si tratta di un passaggio necessario perché il nostro impegno non deve essere solo una provocazione, ma un atto concreto.

Tutto questo è reso necessario perché su questa Giunta regionale pesa il non Governo della Regione, il Piemonte deve svoltare pagina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerutti (Sel): "Dimissioni del gruppo solo se atto concreto"

TorinoToday è in caricamento