Dimissioni di Giordana, Grillo: "Non c'è un caso Appendino. È tutto risolto"

E le opposizioni auspicano che la sindaca riferisca in Consiglio

Foto di repertorio

"Il caso Appendino non c'è. È tutto risolto: è una storia che appartiene al passato". A dirlo, provando a soffocare il polverone che nelle ultime 48 ore si è scatenato dopo le dimissioni di Paolo Giordana, braccio destro della sindaca di Torino, Beppe Grillo a Palermo. Poche parole, senza soffermarsi troppo sulla vicenda mentre sono più duri i toni di Alessandro di Battista che bolla la vicenda come "inaccettabile".

Luigi Di Maio invece ribadisce la linea intransigente che caratterizza il Movimento Cinque Stelle e sottolinea: “Noi in due ore facciamo dimettere chi si fa condonare una multa mentre al governo, - e non rinuncia così a tirare in ballo il Pd - Renzi e Gentiloni fanno sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi, quella che chiedeva ad Unicredit di salvare la banca di suo padre”.

Appendino attesa in Consiglio 

Fra le opposizioni torinesi, in molti - il senatore Pd Stefano Esposito - invocano anche le dimissioni di Walter Ceresa, l'amministratore delegato di Gtt al quale, nell'ormai nota telefonata intercettata, Giordana ha chiesto di togliere la multa all'amico. Stefano Lo Russo, capogruppo del Pd in Comune, crede invece che "l'uscita di scena di Giordana non risolverà i problemi. Anzi, forse li aggraverà pure. La crisi strutturale di Appendino, l'inadeguatezza al ruolo che ricopre e la mancanza di visioni e di soluzioni per il futuro restano lì. Purtroppo per noi e per Torino". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Osvaldo Napoli di Forza Italia inoltre si augura che la sindaca riferisca su quanto è successo nella giornata di lunedì 30 ottobre: " Al di là dei risvolti umani - ha dichiarato - , la vicenda del capo gabinetto Paolo Giordana non può essere liquidata con un'alzata di spalle. Essa ha una dimensione politica enorme e il sindaco Appendino non può sottrarsi da un confronto in consiglio ".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tifoso interista scommette sull'eliminazione della Juve dalla Champions: vince quasi 10mila euro

  • Tragico schianto nella notte: auto in un una scarpata, morti cinque ragazzi

  • Violento acquazzone su mezza provincia: alberi caduti, allagamenti e ferrovia interrotta

  • Colpo della dea bendata: il Superenalotto premia un giocatore con 37mila euro

  • Musei a 1 euro, spettacoli e gite fuori porta: cosa fare a Ferragosto a Torino e dintorni

  • Morte di Viviana Parisi, l'arrivo dei genitori da Torino e dei fratelli: martedì l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento