menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Imu in calo per chi riduce l'affitto agli inquilini in difficoltà

La mozione di Silvio Magliano, consigliere dei Moderati, è stata accolta dalla Giunta. Aliquote in calo fino a due punti per riduzioni oltre il 20%

La Giunta ha approvato la mozione sulla riduzione delle aliquote Imu per esentata dal consigliere dei Moderati Silvio Magliano, per i proprietari che accordano uno sconto sull'affitto agli inquilini in difficoltà.

Dunque aliquote in calo di un punto per le riduzioni fino al 20% e di due punti (all'8,6 per mille) per le riduzioni superiori al 20%: una misura che verrà applicata sia sulle abitazioni che sugli esercizi commerciali. 

"La riduzione della tassazione sugli immobili, che risponde anzitutto a un'esigenza di equità,  - ha dichiarato Magliano - si rende necessaria alla luce del crollo delle compravendite, della diminuzione degli interventi di ristrutturazione sulle singole abitazioni, del fallimento di tante piccole imprese edili con la conseguente perdita di migliaia di posti di lavoro, della crisi della locazione immobiliare e della perdita di valore degli immobili.

Confido - ha continuato - che le positive ricadute di questa misura possano riattivare un circolo virtuoso facilitando una crescita economica in sede locale, a beneficio sia delle famiglie sia del commercio". 

Il provvedimento, relativo alla diminuzione dell'aliquota Imu proporzionalmente alla diminuzione del canone d'affitto, è nato sotto la spinta dell'Ape Confedilizia Torino che a questo proposito aveva avviato una petizione, raccogliendo 371 firme.

La città di Torino diventa così l’apripista per il D.L. 133/2014, che dava facoltà ai Comuni di applicare agevolazioni fiscali, nel caso di affitti a canoni concordati sia da uso abitativo che per immobili non abitativi.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento