Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Primarie Pd, Gariglio scalda i motori: "Superiamo il passato per migliorare"

Davide Gariglio, uno dei tre candidati per la segreteria regionale del Partito Democratico, ha incontrato i suoi sostenitori ad una settimana dal voto. "Facciamo un rivoluzione regionale come Matteo Renzi"

Ad una settimana dalle Primarie del Pd per l'elezione del nuovo segretario regionale del partito, il candidato Davide Gariglio ha incontrato i suoi sostenitori al Teatro Vittoria di via Gramsci. Insieme a lui sul palco presenti il sindaco di Torino, Piero Fassino, e l'onorevole Simona Bonafè.

Dopo una prima parte di elogi sulle riforme attuate in Parlamento, ha preso la parola Gariglio, il quale ha spiegato innanzitutto il perché dello slogan scelto: "Pd Revolution, cambiamo verso al Pd per cambiare verso al Piemonte". "Si parla di rivoluzione perché nessuno può cambiare il mondo da solo - ha detto -. Qui in Piemonte vogliamo realizzare una rivoluzione come quella fatta da Matteo Renzi a livello nazionale, solo così di può migliorare. Inoltre penso che le primarie del Pd non siano un fatto che interessa solo gli iscritti e gli attivisti del partito, ma è un appuntamento fondamentale per cambiare il Pd e per poter cambiare il Piemonte".

Primarie Pd: incontro di Davide Gariglio

Tra i candidati alla segreteria regionale Davide Gariglio è il favorito. Per lui è una prima tappa per tutto Pd, quella che precede la poltrona più ambita (non da lui ma dal partito), ossia quella di Governatore della regione. "Una volta conquistato il Governo della Regione saremo in grado di portare una grossa forza di cambiamento e quindi nella vita dei cittadini". Poi passa ad un'analisi veloce nazionale citando Berlusconi e la riporta su scala regionale. "Non possiamo cavarcela dicendo che Berlusconi è stato cattivo - sottolinea -. Il problema è che in questi 15 anni non siamo stati capaci di vincere perché non siamo stati in grado di convincere le persone che non ci avevano votato. Noi dobbiamo chiederci perché questo Pd non ha funzionato. E in particolare oggi ci dobbiamo chiedere perché il Pd qui in Piemonte non ha funzionato e soprattutto cosa dobbiamo fare per migliorare".

La ricetta per cambiare? Superare il passato. "Vogliamo superare gli ancoraggi al passato che hanno condizionato Pd durante i primi sette anni di vita - sostiene Gariglio tra gli applausi dei suoi sostenitori -. Siamo tutti fieri delle nostre radici, ma è il momento di archiviare questa pagina per non far sì che venga soffocato il presente. Dobbiamo fare partire un nuovo progetto democratico dove ci si confronti sul progetto per il futuro e non sulla storia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Pd, Gariglio scalda i motori: "Superiamo il passato per migliorare"

TorinoToday è in caricamento