Politica

Cerutti (Sel): "Cota si ricordi che ruolo ricopre, non è al bar"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Ma Cota ha capito quando parla lo fa da Presidente di Regione e non da avventore di un bar? Crediamo che tre anni di mandato possano bastare ad un politico per comprendere la differenza che esiste tra un militante e un rappresentante delle istituzioni. La nostra regione e il nostro Paese hanno bisogno di figure che sappiano andare oltre il semplice ragionamento da bar dello sport e che siano in grado di prendere le distanze dagli scivoloni di chi non ha preparazione culturale e politica.

Siamo sconcertati dal fatto che il Presidente Cota non abbia saputo capire della gravità delle dichiarazioni di Calderoli sul ministro Cecile Kyenge. D'altronde però i rappresentanti della Lega Nord in queste ore stanno facendo i salti mortali per mettere in evidenza il loro livello culturale, ultimo di una lunga serie l'assessore veneto Daniele Stival che invece di prendere le distanze da Calderoli ha ben pensato di fare ironia sulla vicenda procurandosi una figuraccia. Zaia, che almeno all'apparenza sembra essere personaggio dotato di maggiore intelligenza rispetto ai suoi colleghi di partito, chieda le dimissioni del suo assessore.

Tutta questa vicenda mette in evidenza come nel nostro Paese ci sia ancora una forte radicalizzazione di razzismo che deve essere combattuta. Non ci possiamo limitare allo sdegno, dobbiamo dare il via ad una rivoluzione culturale che deve partire prima di tutto dai nostri ragazzi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerutti (Sel): "Cota si ricordi che ruolo ricopre, non è al bar"

TorinoToday è in caricamento