Politica

Protestano le cooperative sociali: "Le amministrazioni ci devono 505 milioni"

Oggi e domani hanno organizzato presidi di proteste nelle principali città del Piemonte, a partire da Torino. Nel capoluogo di regione una delegazione è stata ricevuta in Prefettura

I 30 mila soci lavoratori delle cooperative sociali del Piemonte temono di restare senza occupazione "per i gravi ritardi nei pagamenti da parte di Regione, Comuni ed Asl". Per questo motivo oggi e domani hanno organizzato presidi di proteste nelle principali città del Piemonte, a partire da Torino.

Nel capoluogo di regione una delegazione è stata ricevuta in Prefettura. I responsabili delle cooperative hanno spiegato che le amministrazioni pubbliche hanno debiti per 505 milioni di euro, pari al 60% del fatturato globale, nei loro confronti e che le Asl pagano in media a 390 giorni, i Comuni a 280.

Ai prefetti le cooperative sociali chiedono l'apertura di un tavolo di confronto al quale partecipino Regione, Comuni, Asl, Agenzia delle Entrate ed Inps. (ANSA)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protestano le cooperative sociali: "Le amministrazioni ci devono 505 milioni"

TorinoToday è in caricamento