Vallette, Appendino contestata dai residenti: "Sindaca, comunichi con noi"

I cittadini sono intervenuti durante la conferenza stampa di Luci d'Artista

"Sindaca ci ascolti, non siamo delinquenti". I residenti e alcuni amministratori della Circoscrizione 5 sono intervenuti durante la conferenza stampa di presentazione delle Luci d'Artista che quest'anno tornano di nuovo nel quartiere. Le contestazioni nei confronti della sindaca Chiara Appendino, che ha fatto la campagna elettorale proprio alle Vallette, si riferiscono ai problemi che da sempre affliggono la zona: intere famiglie che sono in emergenza abitativa, disoccupazione, degrado e diverse difficoltà per i commercianti della zona. Problemi che, secondo i residenti, l'amministrazione non vede perché "non comunica". 

A scatenare la protesta, l'intervento di Mary Gagliardi coordinatrice al Patrimonio della Circoscrizione 5, che alle Vallette ci è cresciuta e ci vive: "Le Luci d'Artista vanno anche bene - ha detto, cercando un faccia a faccia con la sindaca - ma vorremmo un po' più di attenzione per quelli che sono i veri problemi del nostro quartiere.

Le difficoltà non sono poche: il centro commerciale Le Verbene con i commercianti che hanno problemi con le insegne improvvisamente non più a norma secondo i vigili; il teatro Isabella che prima era un punto di ritrovo importante per i residenti e con le nuove normative per la sicurezza non è più fruibile in questo senso...Cerchiamo continuamente un confronto con gli assessori - ha aggiunto - ma non c'è comunicazione". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un intervento inatteso quello dell'amministratrice che ha messo in imbarazzo la prima cittadina: " Non mi pare il luogo giusto per parlare di queste cose - ha risposto -: ci sono altre sedi per farlo. La discussione politica è legittima ma non accetto che venga messa in dubbio la nostra buona volontà di risolvere le cose. Se siamo qui c'è un motivo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Vince il concorso di bellezza pochi mesi dopo che i genitori chiudono l'azienda a causa del lockdown

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Guardia giurata uccide la ex compagna e poi si suicida, lei lo aveva lasciato da poco

  • Il film porno è girato nel parco cittadino: nuova performance del noto avvocato e di due pornostar torinesi

  • Fantomatico volantino di un (sedicente) papà: "Avete molestato mia figlia, vi sto cercando"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento