rotate-mobile
Politica

Csi regionale, si va verso la riduzione dei membri del Cda?

La proposta è stata presentata dall'intero gruppo Pdl e prevede la riduzione a 5 membri per il cda del Consorzio per Sistema Informativo regionale. Bocciati invece altri tre odg

In Consiglio regionale si è discusso a lungo del futuro del Consorzio per Sistema Informativo regionale. In particolare si è parlato di assetti, governance, ruolo dei soci consorziati e prospettive di sviluppo dell'azienda. La discussione, avvenuta in seguito alle dimissioni, poi sospese, dell'intero consiglio d'amministrazione, si è conclusa con l'approvazione di un ordine del giorno del Pdl che chiede la riduzione da otto a cinque dei membri del Consorzio.

Presentato dall'intero gruppo Pdl in regione, con primo firmatario Massimiliano Motta, il documento fa richiesta di approvazione del nuovo Statuto del Consorzio adeguato alla legge Brunetta, che prevede una riduzione dei membri del cda da otto a cinque. Chiede inoltre di assicurare alla Regione una rappresentanza di due membri, con uno per la Provincia e uno per il Comune di Torino, e uno per gli enti territoriali consorziati. Infine chiede di predisporre un piano di rilancio dell'Ict pubblico regionale entro l'autunno 2011.

Respinti, invece, altri tre ordini del giorno a Palazzo Lascaris, presentati rispettivamente da Aldo Reschigna (Pd), Monica Cerutti (Sel) e Andrea Stara (Insieme per Bresso).  

(ANSA)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Csi regionale, si va verso la riduzione dei membri del Cda?

TorinoToday è in caricamento