Politica

La Regione Piemonte approva un piano quadriennale per lo smaltimento dell'amianto

Il provvedimento è arrivato in aula dopo l'approvazione da parte della Commissione "Ambiente". Trenta milioni per bonifiche, raccolta rifiuti e censimento

Il Consiglio regionale del Piemonte ha approvato all'unanimità il Piano Amianto da 30 milioni proposto dalla Giunta Chiamparino per il periodo 2016-2020. Il provvedimento prevede la bonifica di scuole, edifici pubblici, oltre alla erogazione di contributi per la raccolta dei rifiuti contenti amianto, e in favore delle Atc per il censimento della presenza di amianto negli edifici sotto la loro gestione.

"La Regione - commentano gli assessori all'Ambiente, Alberto Valmaggia, e alla Sanità, Antonio Saitta -, si dota di uno strumento fondamentale per affrontare in maniera organica e complessiva uno dei principali problemi ambientali che affliggono il nostro territorio e la salute dei cittadini". Tra le altre misure ecco comparire: completare la mappatura dell'amianto di origine naturale e antropica e la bonifica dei siti di interesse nazionale di Casale Monferrato e Corio-Balangero, sviluppare l'attività sanitaria del centro per la lotta al mesotelioma, informare i cittadini attraverso appositi sportelli comunali e formare nuovi tecnici.

Il provvedimento, il cui iter è partito con l'adozione del Piano da parte della Giunta lo scorso giugno 2015, è arrivato in aula dopo l'approvazione unanime da parte della Commissione "Ambiente" di Palazzo Lascaris. "Con il Piano si avvia una strategia tesa a ridurre in modo deciso l'impatto nocivo dell'amianto - aggiungono i due assessori - attraverso misure che vanno dalle bonifiche alla mappatura, dallo smaltimento in sicurezza agli interventi in ambito sanitario, informativo e formativo".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione Piemonte approva un piano quadriennale per lo smaltimento dell'amianto

TorinoToday è in caricamento