menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fabio Versaci

Fabio Versaci

Primo consiglio comunale: Versaci è presidente, vicepresidenti Lavolta e Imbesi

La seduta è entrata nel vivo con la discussione della delibera sulla riduzione dei budget per gli incarichi dirigenziali a tempo e per gli staff

Con il giuramento della neosindaca Chiara Appendino e, ancor prima l’esecuzione dell’Inno di Mameli, lunedì 18 luglio si è aperto il primo consiglio comunale della nuova amministrazione di Torino. 

Fabio Versaci, 29 anni, perito chimico, esponente no Tav, nel movimento 5 stelle dal 2010 ed ex consigliere della circoscrizione 7, è stato nominato presidente del Consiglio. Versaci è stato eletto alla seconda votazione con i 25 voti. Eletti anche i vicepresidenti: Enzo Lavolta, indicato dalla minoranza, a cui spetta la designazione del vicario, e Serena Imbesi del M5S. Enzo Lavolta, 37 anni, è stato assessore all’ambiente nella Giunta di Piero Fassino, ed era stato consigliere comunale nel mandato amministrativo 2006-2011. Serena Imbesi, 30 anni, è al suo esordio in Sala Rossa. Tra il 2011 e il 2016, è stata consigliera circoscrizionale a Santa Rita-Mirafiori Nord.

lavolta imbesi-2

Versaci ha ringraziato i grillini e i colleghi dell’opposizione e si è detto “mosso dal desiderio di far funzionare bene il Consiglio comunale”. Ha aggiunto: “Ho compiuto 29 anni da poco, mi sento di rappresentare la parte della città che oggi si mette in gioco nella politica, bisogna darsi da fare e partecipare per costruire il nostro futuro. Sono secondo di tre fratelli e figlio operai”. Versaci ha chiuso il suo intervento con una frase di Sandro Pertini, settimo presidente della Repubblica Italiana, sulla politica:L'appello che io faccio ai giovani è questo: di cercare di essere onesti, prima di tutto. La politica deve essere fatta con le mani pulite”

Il consiglio è entrato nel vivo con la discussione della delibera di giunta sulla riduzione dei budget per gli incarichi dirigenziali a tempo e per gli staff, puntando a una riduzione dei costi del 30% per ottenere almeno 5 milioni di risparmi con cui finanziare un fondo per l'assunzione dei giovani nelle piccole e medie imprese. Appendino ha sintetizzato: “Questa è una delibera che il consiglio è chiamato a votare per il riordinamento di uffici e servizi. Ripercorre, in linea di massima, quella che è la delibera già approvata dall’aula nel 2011”. La delibera è stata approvata con 26 voti favorevoli, 1 contrario e 1 astenuto. 

DETTAGLI DELLA DELIBERA - CRITERI ORDINAMENTO UFFICI E SERVIZI. L’atto prevede una struttura (tendenzialmente simmetrica) tra i vertici amministrativi e politici (Direttori centrali e assessori).  Il Comitato di direzione sarà composto dai direttori centrali e presieduto dal segretario generale in sostituzione del direttore generale, figura di cui l’amministrazione non intende più avvalersi (ai sensi del D.lgs 267/2000).  Il segretario generale sovrintenderà e coordinerà lo svolgimento delle attività delle funzioni dei dirigenti, per semplificare ulteriormente la struttura organizzativa e consentire rilevanti risparmi di spesa. Altre linee organizzative saranno seguite, tendenti sempre alla riduzione dei costi. Sono: 1) I collaboratori di staff (Sindaco e assessori) potranno essere fiduciariamente scelti anche all’esterno del personale dell’Ente; 2) Incarichi a termine di responsabili di servizi e uffici (dirigenti o alta specializzazione) potranno essere attribuiti anche a personale interno all’Ente; 3) Il costo complessivo degli uffici di staff e degli incarichi dirigenziali a termine e del segretario generale dovrà comportare un risparmio di spesa di almeno il 30% rispetto alla Consigliatura precedente (ammontava a 16,118 mln). 4) Per le assunzioni di personale la Città ricorrerà a graduatorie esistenti presso altri enti. Per le procedure di concorso già indette dall’Amministrazione si conferma esclusivamente la copertura del 2017 per i posti di assistente sociale, educatore professionale, Oss/Adest, assistente tecnico giardini e assistente tecnico per gli impianti sportivi. La funzione del Disability manager (precedentemente in capo al Direttore generale) sarà assegnata ad un’altra figura apicale (emendamento proposto da Silvio Magliano, gruppo Moderati, e votato all’unanimità dal Consiglio comunale).

PRESENTATA LA GIUNTA. L’occasione della prima riunione del nuovo Consiglio comunale è servita anche quale momento formale per la presentazione della Giunta guidata dalla Sindaca Chiara Appendino. Undici gli assessori che hanno ricevuto l’incarico. Guido Montanari è il vicesindaco, con deleghe al Piano regolatore generale e alle Politiche urbanistiche, all’Edilizia privata, all’Arredo e al decoro urbano, al Coordinamento grandi progetti e ai Rapporti con il Consiglio Comunale.

Sergio Rolando è assessore al Personale, Bilancio e programmazione, al Controllo di gestione, ai Tributi comunali. Roberto Finardi ha ricevuto le deleghe allo Sport, Sonia Schellino alle Politiche sociali, Stefania Giannuzzi quelle all’ambiente, alla qualità dell'aria e igiene urbana, al Verde pubblico e alla Tutela degli animali. Le Materie riguardanti Lavoro e imprese saranno seguite da Alberto Sacco. Paola Pisano ha le deleghe sui Servizi demografici, la Toponomastica e innovazione (Smart city), Federica Patti si occuperà delle Materie relative all'istruzione e all'edilizia scolastica.

Marco Giusta è l’assessore alle Pari opportunità e alle Politiche per le famiglie. Ma si occuperà anche di multiculturalità e integrazione dei nuovi cittadini e dei Servizi cimiteriali.

Trasporti, traffico, parcheggi e viabilità le competenze dell’assessorato di Maria Lapietra, mentre Francesca Paola Leon ha le deleghe riguardanti Musei e biblioteche, Edifici per la cultura, Archivio storico.

ELETTI I COMPONENTI DELLA COMMISSIONE ELETTORALE COMUNALE. Nella prima seduta del Consiglio Comunale, la Sala Rossa ha nominato i componenti della Commissione elettorale del Comune di Torino: tre membri effettivi e tre membri supplenti. I componenti effettivi nominati dal Consiglio sono i seguenti consiglieri comunali: Fabrizio Ricca (Lega Nord Piemont Salvini), Antonio Fornari (Movimento 5 Stelle) e Francesco Sicari (Movimento 5 Stelle).
 
I componenti supplenti invece sono: Francesco Tresso (Lista Civica per Fassino), Federico Mensio (Movimento 5 Stelle) e Roberto Malanca (Movimento 5 Stelle). La Commissione provvede alla tenuta e all'aggiornamento dell'albo degli scrutatori di seggio elettorale e, in occasione di eventi elettorali o referendari, alla nomina degli scrutatori stessi. Nella Commissione elettorale deve essere rappresentata la minoranza consiliare.
 
DEPOSITATO IL PROGRAMMA DI GOVERNO PER LA CITTÀ DI TORINO 2016-2021. Nella seduta è stato depositato e consegnato a consigliere e consiglieri il Programma di Governo per la Città di Torino 2016-2021, relativo alle azioni e ai progetti da realizzare nel corso del mandato, contenuto in una deliberazione di iniziativa consiliare presentata dalla Sindaca Chiara Appendino, sentita la Giunta Comunale. La delibera verrà discussa e votata in una prossima seduta di Consiglio Comunale, non prima di dieci giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento