menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il crollo del soffitto in Sala Rossa

Il crollo del soffitto in Sala Rossa

Il Consiglio comunale chiede ospitalità in Regione

La Sala Rossa è ancora inagibile dal crollo di luglio

Il Consiglio comunale di Torino trasloca ancora. E stavolta lo fa dalla sala consiliare della Città Metropolitana a quella della Regione a Palazzo Lascaris, in via Alfieri. La motivazione sono ancora una volta i soldi. Già perché affittare l'aula che si sta utilizzando dal crollo di un pezzo di soffitto in Sala Rossa, costa ben 60 euro l'ora: difficile ipotizzare meno di 300 euro a seduta. 

Un salasso per le casse comunali che ora sono davvero ridotte all'osso. In attesa dunque che la Sala Rossa di Palazzo Civico venga sistemata - qualcuno ipotizza entro la fine di novembre - il presidente grillino del Consiglio comunale Fabio Versaci ha chiesto ospitalità al presidente del Consiglio regionale Mauro Laus che si è detto disponibile a collaborare. Nei prossimi giorni se ne discuterà ancora e verrà stabilito un calendario delle sedute. Oggi invece, il Consiglio comunale si terrà in Sala Colonne, ma si tratta di una soluzione temporanea. 

E Osvaldo Napoli, capogruppo di Forza Italia in Comune, non ha nascosto l'amarezza nel suo commento espresso sui social: " Come per la linea 2 del metrò, anche sulle sedute del Consiglio comunale arriva il soccorso delle forze politiche a salvare la faccia alla giunta del M5S...Credo che una città come Torino abbia una dignità che in questa situazione si sta perdendo. Elemosinare una sala per un Consiglio comunale è, per le istituzioni, deprimente. Mi auguro - conclude Napoli - che ci sia uno scatto di orgoglio, che questa situazione venga superata e che non succeda più”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento