Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Un consiglio comunale aperto ai torinesi per dire No alla Tav

Ma la Lega Nord avanza una proposta: indire un referendum

Un Consiglio comunale aperto alla cittadinanza, durante il quale il Movimento 5 Stelle illustrerà le ragioni del "No" all'alta velocità. Ecco il prossimo obiettivo della Giunta che nella giornata di sabato ha riunito a Palazzo Civico, per un seminario di approfondimento, i consiglieri comunali e i sindaci della Val di Susa.

Nel corso dell'incontro, insieme ad alcuni dei consulenti esperti nominati tempo fa dalla sindaca Appendino per il contro-osservatorio del Tav, si sono affrontati gli aspetti più contestati dell'opera. Dall'impatto sull'ambiente, ai costi, ai tempi di costruzione, questo si è parlato per tutto il pomeriggio in Sala delle Colonne.

E da Fabrizio Ricca, capogruppo della Lega Nord in Comune, sono arrivate le prime reazioni e anche una proposta : " Se la sindaca vuole fare qualcosa per la Tav - ha dichiarato - chieda direttamente ai torinesi di esprimersi con un referendum, così che i cittadini possano esprimersi direttamente sull'opera, per evitare che la volontà di pochi penda sulle teste di tutti. Presenterò un documento per richiedere che venga indetto il quesito referendario e vedremo se la Sindaca avrà,come la sua collega romana, paura delle scelte dei suoi cittadini oppure no.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un consiglio comunale aperto ai torinesi per dire No alla Tav

TorinoToday è in caricamento