Mercoledì, 29 Settembre 2021
Politica

'Ndrangheta: Comune e Provincia parti civili nel processo Minotauro

Il comune di Torino e la Provincia si sono costituite parte civile al processo Minotauro contro la 'ndranghera in Piemonte. I due Enti hanno dato mandato alle rispettive Avvocature di valutare i tempi e le modalità più opportune

Comune e Provincia di Torino si costituiranno parte civile nel processo Minotauro. Lo hanno annunciato nella seduta della Commissione speciale di promozione della cultura della legalità e del contrasto dei fenomeni mafiosi, presieduta da Roberto Tricarico, il vicesindaco Tom Dealessandri e il presidente del Consiglio provinciale di Torino Sergio Bisacca.

I due Enti hanno dato mandato alle rispettive Avvocature di valutare i tempi e le modalità più opportune. Nell’esprimere soddisfazione per la decisione presa, il presidente Tricarico ha dichiarato che “la volontà espressa dalla Giunta municipale conferma un’intenzione che era già stata manifestata all’unanimità da parte di tutte le forze politiche presenti nella Commissione”.

Durante la riunione della Commissione, il presidente del Consiglio provinciale di Torino Sergio Bisacca ha confermato che anche la Provincia di Torino si costituirà parte civile nel processo Minotauro. “Proprio durante la seduta di Giunta – ha detto Bisacca – il presidente della Provincia Antonio Saitta ha dato mandato all’ufficio legale di approfondire gli aspetti tecnici della costituzione di parte civile: una scelta politica che va nella direzione di sottolineare l'esigenza di tenere alta la guardia contro questi fenomeni”.

“La Provincia, con l’adesione all'associazione Avviso pubblico da anni si dedica all'animazione sui territori, dedicando attenzione alla formazione degli amministratori locali sul tema – ha sottolineato ancora Bisacca – e resta la necessità di verificare con attenzione le regole della gestione amministrativa, in particolare per quanto riguarda gli appalti. Occorre una reazione forte di tutte le Amministrazioni per evitare che lo scioglimento di alcuni Consigli comunali per infiltrazioni mafiose infanghi tutta la politica”.


Per la Regione Piemonte, ha partecipato ai lavori della Commissione il consigliere Tullio Ponso, delegato all’Osservaio Usura regionale: “Esprimo vivo apprezzamento per l’istituzione di questa Commissione, proprio per le difficoltà che emergono nel nostro territorio e nelle Amministrazioni locali. Dobbiamo fare lavoro di squadra per dare risposte di legalità e trasparenza a chi ci ha eletto: i cittadini”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Ndrangheta: Comune e Provincia parti civili nel processo Minotauro

TorinoToday è in caricamento