menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Procedimento contro Vaciago, il Comune parte civile se c'è rinvio a giudizio

Lo ha annunciato alla Sala Rossa il vicesindaco Tom Dealessandri. Contrariati gli esponenti di FdI e Sel Maurizio Marrone e Michele Curto

Nella giornata di oggi ci sarà l'udienza preliminare del procedimento contro Cesare Vaciago, l'ex City Manager della città di Torino. L'argomento è stato oggetto anche dell'ultima seduta del Consiglio comunale, con l'intervento del vice sindaco Tom Dealessandri. Dalle parole di quest'ultimo è uscito fuori chiaro l'intento di costituirsi parte civile in caso di rinvio a giudizio per Vaciago.

"Questa scelta - ha sottolineato Dealessandri - deriva dalle valutazioni degli atti del fascicolo processuale. Infatti a fronte di una richiesta di archiviazione del Pubblico Ministero, il Gip ha deciso per una imputazione coatta".

In aula è intervenuto Maurizio Marrone di Fratelli d'Italia, il consigliere che più volte si era speso contro l'ex City Manager. Per Marrone la scelta di costituirsi parte civile solo in caso di rinvio a giudizio è sbagliata. "Sono state approvate due mozioni dalla Sala Rossa - ha ricordato a consiglieri e Giunta di Fassino -: una chiedeva di verificare con l’Avvocatura la possibilità di costituirsi parte civile, ma l’altra impegnava Sindaco e Giunta a formalizzare tempestivamente la costituzione. Senza se e senza ma. Facciamolo quindi alla prima occasione utile: così ha chiesto il Consiglio Comunale".

Dello stesso avviso del collega Marrone anche Michele Curto di Sel. "L’Amministrazione vuole aspettare la prima udienza dibattimentale - ha detto -, ma nelle carte processuali ci sono documenti significativi dal punto di vista politico, che non possono essere ignorati. Attendere a costituirsi parte civile è una scelta politica, che a mio parere viola gli indirizzi già espressi dal Consiglio Comunale".

Se Marrone e Curto sono contrari alla scelta annunciata dal vicesindaco Dealessandri, parere positivo lo ha espresso Silvio Viale del Pd. " La risposta del vicesindaco mi soddisfa e rispetta i documenti di indirizzo approvati dalla Sala Rossa. Si chiedeva infatti di costituirsi parte civile nel modo più opportuno e tempestivo, non immediatamente".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento