rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Politica Centro / Piazza Palazzo di Città, 1

Al Comune di Torino mancano oltre 5.000 dipendenti: a rischio i servizi alla cittadinanza

Lo ha detto il sindaco Lo Russo in Sala Rossa

Al Comune di Torino mancherebbero 5.000 dipendenti circa, un dato che metterebbe a rischio l'erogazione dei servizi alla cittadinanza. A ribadirlo Stefano Lo Russo, il sindaco di Torino, in Sala Rossa durante il consiglio comunale di lunedì 8 novembre. 

Un'emergenza alla quale l'amministrazione farà fronte in due modi: attraverso le consuete procedure di concorso pubblico e tramite il conferimento di incarichi dirigenziali a soggetti interni all'ente che siano di comprovata qualificazione professionale. Un potenziamento del personale che è anche legato agli obiettivi legati alle risorse che arriveranno all'amministrazione comunale in relazione al PNRR e al piano europeo REACT. Fondi che sono vincolati da tempistiche definite e progetti adeguati.  

Una donna presidente

Durante il primo consiglio comunale è stata anche votata Maria Grazia Grippo, esponente del PD torinese, quale presidente del Consiglio comunale di Torino. Per la prima volta a guidare la Sala Rossa sarà una donna, eletta a scrutinio segreto alla prima votazione con 29 voti. 

Vicepresidente vicario (carica riservata all’opposizione) è stato eletto il consigliere Domenico Garcea di Forza Italia con 11 voti; vicepresidente è stata eletta Ludovica Cioria del Partito Democratico con 25 voti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Comune di Torino mancano oltre 5.000 dipendenti: a rischio i servizi alla cittadinanza

TorinoToday è in caricamento