menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lotta all'evasione fiscale, Torino è il comune più virtuoso

E incassa 820mila euro

Buone notizie per le casse della città di Torino. Il Ministero dell'economia e delle Finanze premia il Comune riconoscendogli per il 2018, un contributo di 820.977,94 euro per l'impegno nell'attività di accertamento fiscale e contributivo che ha permesso il recupero di oneri statali evasi. Si tratta di un incentivo, la cui erogazione è stata disposta il 7 agosto scorso, che lo Stato riconosce al capoluogo sabaudo per l'attività di supporto all’Agenzia delle Entrate.

 Primo tra i Comuni italiani di grandi dimensioni, Torino si distingue rispetto alle altre grandi città nel vaglio dei saldi puntuali dei tributi comunali, inserendo contemporaneamente nella banca dati unificata del Fisco le situazioni anomale, in modo tale da consentire all'Agenzia delle Entrate controlli incrociati in fatto di tasse, dati catastali, redditi e di ogni altra posizione dei contribuenti aperta.

L’ammontare del contributo riconosciuto al Comune di Torino, supera peraltro le aspettative, essendo state inserite nel Bilancio 2019, a questa voce, entrate per 500mila euro. Nel 2017 il Comune, riferendosi all’annualità precedente, aveva incassato 688mila 998,27 euro, così nel 2018 con 517.951,76 euro.

"Sono davvero molto soddisfatta per questo riconoscimento che non arriva per caso  - ha commentato la sindaca Chiara Appendino - : era uno specifico obiettivo che ci eravamo preposti come Amministrazione perchè contrastare l'evasione significa recuperare risorse dell'intera comunità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento