Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica Centro / Piazza Palazzo di Città

Il Comune spegne i fuochi di San Giovanni: dal 2017 saranno silenziosi

Entro marzo verrà presentato uno studio di fattibilità finalizzato all'organizzazione, con minor impatto acustico possibile, di uno spettacolo pirotecnico

San Giovanni luminoso e silenzioso. È questa la notizia che arriva dal Consiglio Comunale di Torino che ha approvato, questo pomeriggio a Palazzo Civico, una mozione, il cui primo firmatario è Maurizio Trombotto, Sel. La richiesta alla Città è quella di presentare, entro il mese di marzo, uno studio di fattibilità finalizzato all’organizzazione, con minor impatto acustico possibile, di uno spettacolo pirotecnico o di uno spettacolo di luci e suoni alternativo, per la festività di San Giovanni.

Il tutto a partire dal 2017. «In questa mozione – spiega Trombotto -, si parla della notte di San Giovanni. È importante che questi festeggiamenti avvengano nel rispetto di tutte e di tutti, sia umani che animali. Pertanto credo sia importante istituire i fuochi silenziosi, come già avviene in diverse città».

La mozione è stata approvata con un emendamento proposto dai consiglieri Centillo, Laterza, Onofri (Pd). E il dibattito non è certo mancato. «È fastidioso tornare a votare lo stesso documento sul quale si era già discusso un anno fa – l’accusa di Enzo Liardo, Ncd -. O si è cambiato posizione o il Consiglio è vittima di pressioni di associazioni ben organizzate che vogliono condizionare quella che non è la maggioranza dei torinesi». Severo Fabrizio Ricca, Lega Nord. «Avrei voluto vedere tutta questa sensibilità e attenzione quando non era stata rispettata l’ordinanza di divieto dei botti, a Capodanno».
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune spegne i fuochi di San Giovanni: dal 2017 saranno silenziosi

TorinoToday è in caricamento