menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festa dell'Unità, Appendino declina l'invito del Pd

Mimmo Carretta: "Peccato, il confronto non è mai inopportuno"

Non ci andrà Chiara Appendino alla Festa dell'Unità di Torino a settembre. Il segretario metropolitano del Pd Mimmo Carretta ha visto declinare l'invito con cui suggeriva alla sindaca di essere presente per affrontare insieme ai torinesi, un argomento caldo in questi giorni: le Olimpiadi. "Ringrazio il Pd per l'invito ma preferisco dialogare e confrontarmi nelle sedi istituzionali piuttosto che a una festa di partito", ha risposto Appendino che con la Festa dell'Unità non ha mai avuto un rapporto idilliaco. Quando era consigliera infatti non fu fatta entrare, insieme ad altri attivisti, in occasione del dibattito di Pierluigi Bersani al quale voleva porre alcune domande.

 "Peccato, peccato davvero - ha commentato Carretta -, sarebbe stata una bella occasione per dibattere su una questione tanto cara ai torinesi. Appendino ha dichiarato di preferire dialogare nelle sedi Istituzionali. Già, ma quali? Ad oggi la maggioranza ha evitato ogni tipo di discussione in Sala Rossa. La casa dei torinesi è diventata zona off limits per qualsiasi approfondimento sulle Olimpiadi. Cara Sindaca - affonda il segretario dem - , il confronto non è mai inopportuno, fuggire per l'ennesima volta non la esimerà dal dover rendere conto delle sue scelte, passate e future".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento