rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Politica Via Giambattista Bogino, 9

Circolo Lettori, Appendino contestata all'incontro con Lerner

Striscioni e urla contro la sindaca

La sindaca Chiara Appendino è stata contestata ieri sera, mercoledì 31 gennaio, al Circolo Lettori. Alcuni cittadini del comitato Lucento-Vallette hanno interrotto, in via Bogino, la presentazione del libro di Gad Lerner "Concetta. Una storia operaia" a cui è intervenuta la prima cittadina. Si sono presentati con striscioni e slogan, protestando per lo scarso interesse della sindaca nei confronti delle periferie e delle politiche per la casa. Nello specifico hanno voluto mostrare la loro solidarietà alla protagonista del libro di Lerner, Concetta - presente in sala ma che ancora si sta curando - che l'estate scorsa, disperata per la mancanza di lavoro, si era data fuoco in un ufficio Inps.

Lerner zittisce uno dei manifestanti 

Un manifestante che ha preso la parola è però stato zittito da Lerner: "Dopo quest'incontro - ha detto il giornalista - mentre voi andate a casa, Concetta torna in ospedale: non merita questa sceneggiata".  Dinnanzi alla protesta che ha interrotto l'appuntamento in agenda al Circolo dei Lettori, qualcuno ha pensato che a manifestare fossero i dipendenti della Fondazione Musei che però sulla loro pagina Facebook hanno tenuto a precisare: " Siamo solidali con Concetta e ci pareva inopportuno manifestare".

Il commento della sindaca

E la replica di quanto successo è arrivata anche dalla sindaca Appendino sui social. "Sacrosanto è il diritto alla critica, altrettanto lo è quello alla contestazione... ma vorrei ribadire con la massima fermezza: chi pensa di ottenere qualcosa alzando la voce più degli altri, magari mettendosi a favore di telecamera, si sbaglia, di grosso. 

Ci sono (purtroppo) - si legge sul suo profilo Facebook - centinaia e centinaia di persone che ogni giorno, pazientemente, si rivolgono alla Città e che ogni giorno vengono ascoltate ed aiutate con ogni risorsa disponibili... Lo so bene, i problemi sono tanti e la Città sta affrontando un piano di rientro certamente molto complesso, ma non esistono scorciatoie".

L'attacco del Pd 

Stefano Esposito, senatore Pd, non ha perso l'occasione di commentare quanto successo e di rispondere alla prima cittadina: "Le bugie hanno le gambe corte caro sindaco. Promesse irrealizzabili in campagna elettorale e zero risultati dopo 20 mesi di governo. Le assemblee dei cittadini disertate e define sfogatoi con disprezzo. Queste le ragioni della rabbia di chi si sente fregato".

E a proposito dell'appunto fatto da Appendino sulla soluzione trovata al problema degli esuberi della Fondazione Musei, Esposito non le manda a dire:  "E per essere precisi - continua l'esponente dem -, i lavoratori dei musei li ha salvati Chiamparino e la regione, fosse dipeso dalla giunta grillina sarebbero in mezzo ad una strada. Prova, qualche volta, a raccontare la verità. Vedrai che i cittadini apprezzeranno" 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Circolo Lettori, Appendino contestata all'incontro con Lerner

TorinoToday è in caricamento