Politica

Chiamparino torna "a casa", dopo tre anni si ritessera nel Pd

La tessera del partito gli è stata riconsegnata dove da giovane era segretario della federazione universitaria del Pci torinese. "Non mi iscrivo a nessuna componente perché voglio cercare di contribuire a far superare l'attuale articolazione in componenti"

Lontano dalla politica attiva da qualche anni, Sergio Chiamparino dopo essere stato eletto Presidente della Regione Piemonte, è tornato anche nella "sua casa". L'ex sindaco di Torino aveva lasciato il Partito Democratico nel 2011 dopo le primarie Renzi-Bersani, ma ora è nuovamente un tesserato a tutti gli effetti.

La tessera gli è stata consegnata nel circolo Pd della Circoscrizione 1, lo stesso luogo che da giovane lo vide segretario della federazione universitaria del Pci torinese. A consegnargliela fisicamente è stata la segretaria del circolo Serena D'Italia. Presenti anche i segretari regionale e provinciale, Davide Gariglio e Fabrizio Morri.

Il ritesseramento di Chiamparino ha un duplice valore. "Il primo è che alla luce del risultato elettorale è oggi importante un impegno nel partito per sostenere il cambiamento - ha detto lo stesso Chiamparino -. Il secondo è che non mi iscrivo a nessuna componente perché voglio cercare di contribuire a far superare l'attuale articolazione in componenti, fatto che rischia di essere un freno alle politiche del governo. Vorrei che questa mia adesione al Pd a prescindere dalle attuali componenti servisse per cercare di definire una articolazione interna al partito che risponda di più ad aggregazioni programmatiche, politiche e di valori".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiamparino torna "a casa", dopo tre anni si ritessera nel Pd

TorinoToday è in caricamento