Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Chiamparino salva il "sindaco No Tav" Plano e invita Renzi a Chiomonte

Durante la festa del Pd il presidente della Regione ha parlato di Tav. Se da un lato ha ribadito l'importanza dell'opera, non capendo chi la contesta, dall'altro lato ha salvato Sandro Plano, il neo sindaco di Susa

Il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, è intervenuto alla festa democratica del Pd in programma in piazza d'Armi ed ha affrontato un tema molto spinoso che da anni fa parte della cronaca regionale: il Tav.

Il suo appoggio all'opera in costruzione in Valsusa è totale, tanto che lo stesso Chiamparino avrebbe chiesto al premier Matteo Renzi di far visita al cantiere di Chiomonte per ribadire l'interesse nazionale all'alta velocità. La presenza del Capo del Governo sul posto in cui sono avvenuti diversi scontri tra il movimento No Tav e le forze dell'ordine darebbe - secondo Chiamparino - un forte segnale di sostegno agli agenti delle forze dell'ordine impegnati quotidianamente a difesa del cantiere e ai tanti lavoratori che giorno e notte lavorano in Valsusa.

"Il Tav è una grande occasione per creare posti di lavori - ha ribadito Chiamparino dal palco -. Non capisco perché certa sinistra si scagli così contro il lavoro". Tra coloro che militano nel Pd e si schiera apertamente contro l'alta velocità c'è il neo sindaco di Susa, Sandro Plano. Le sue parole "non sarò il sindaco di tutti", dette subito dopo la sua elezione, a breve saranno giudicate dalla Commissione di Garanzia del partito che potrebbe espellerlo dal Pd. Il presidente Chiamparino, davanti al segretario regionale Davide Gariglio, e davanti allo stesso Plano, ha detto la sua sull'argomento: "Non penso che Plano vada espulso dal partito - le sue parole -. Solo perché una persona ha un'idea diversa non dovrebbe essere allontanato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiamparino salva il "sindaco No Tav" Plano e invita Renzi a Chiomonte

TorinoToday è in caricamento