Lunedì, 20 Settembre 2021
Politica

Cerutti (Sel): "Anche al Cie domani inizierà il Ramadan"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

E' forse il momento più importante dell'anno per la comunità islamica mondiale, domani avrà inizio il ramadan e durerà fino al 7 agosto. Si tratta della rigorosa osservanza del digiuno diurno, la cui sacralità è fondata sulla tradizione già fissata nel Corano, secondo cui in questo mese Maometto avrebbe ricevuto una rivelazione dall'arcangelo Gabriele. Il ramadan costituisce il quarto dei Cinque pilastri dell'Islam, i musulmani praticanti debbono astenersi - dall'alba al tramonto - dal bere, mangiare, fumare e dal praticare attività sessuali.

Da domani sarà ramadan anche all'interno del Centri di Identificazione ed Espulsione. Venerdì siamo stati in visita presso il CIE di corso Brunelleschi a Torino. Come ormai nostra consuetudine ci rechiamo nella struttura con frequenza regolare. Al momento del nostro ingresso gli ospiti erano in totale 79, di cui 69 uomini e 10 donne, per la maggiore di provenienza magrebina o nigeriana.

Secondo i dati che ci sono stati forniti i tempi di permanenza all'interno della struttura sarebbero di 30/40 giorni. In totale i richiedenti asilo erano 25 e solamente 8 erano gli ospiti che arrivavano da una situazione di detenzione.

I responsabili della Croce Rossa ci hanno riferito che come ogni anno anche in occasione di questo ramadan il centro si è attrezzato per andare incontro alle esigenze degli ospiti di fede musulmana. Verranno effettuate modifiche sia per quanto riguarda l'alimentazione degli osservanti, sia per quanto riguarda gli orari di distribuzione dei pasti.

In questo mese cercheremo di rimanere in contatto con il CIE per comprendere come verrà affrontato sia il digiuno, sia una eventuale emergenza caldo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerutti (Sel): "Anche al Cie domani inizierà il Ramadan"

TorinoToday è in caricamento