Politica

"Un ultimo atto positivo per questo Consiglio: la nomina del Garante dei detenuti"

La consigliera di Sel: "Crediamo che oggi la scelta, seppur tardiva, di Bruno Mellano sia la migliore possibile per le sue competenze"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

"Si potrebbe dire meglio tardi che mai - dice Monica Cerutti, consigliera regionale di Sel - In zona Cesarini, il Consiglio regionale ha finalmente proceduto alla designazione del Garante dei diritti dei detenuti. Ricordiamo quanto sia stata travagliata questa nomina: in quattro anni abbiamo visto di tutto, dalla proposta della sua cancellazione a quella del suo accorpamento con la figura del Difensore Civico, fino a quella dell’istituzione di un Garante per le guardie carcerarie.

Crediamo che oggi la scelta, seppur tardiva, di Bruno Mellano sia la migliore possibile per le sue competenze, che gli permetteranno di affrontare, dando un contributo positivo, la situazione delle carceri che continuano ad essere un’emergenza per il nostro Paese e per la nostra Regione.

Sul difensore civico la maggioranza non ha trovato una posizione condivisa, anche se abbiamo espresso le nostre perplessità a procedere, essendo attualmente la carica ricoperta, seppur in scadenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un ultimo atto positivo per questo Consiglio: la nomina del Garante dei detenuti"

TorinoToday è in caricamento