Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica

Cerutti: "Rivedere il sistema industriale dell'auto piemontese"

La consigliera di Sel: "L'annuncio di FIAT non ci sorprende, adesso fondamentale rivedere il sistema industriale dell'automobile piemontese favorendone il rilancio con o senza FCA"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Purtroppo non possiamo dirci sorpresi dalla direzione che oggi i vertici della FIAT hanno annunciato di voler intraprendere perché da anni stanno lavorando ad una graduale delocalizzazione delle attività dalla nostra città. Buona parte della classe politica del nostro Paese si è resa complice di questa operazione sia perché non ha contrastato questo progetto, sia perché non è stata in grado di fornire buone ragioni all'azienda per rimanere in Italia.

Non siamo assolutamente d'accordo con chi, banalizzando la discussione nel merito, afferma che l'importante sia mantenere a Torino i siti produttivi perché abbiamo dei dubbi sulle ripercussioni che avrà questa decisione sul nostro Paese dal punto di vista fiscale; sulle ripercussioni che avrà dal punto di vista contrattuale sui lavoratori; perché temiamo che il fatto che l'azienda ora non debba più dare conto esclusivamente a Torino e al nostro Governo possa avere ripercussioni negative sulla contrattazione sindacale peggio di quanto è accaduto già.

Siamo convinti che adesso la politica nazionale e regionale debba porsi la priorità di rivedere il sistema automobilistico piemontese nell'esclusivo interesse dei lavoratori. Il distretto dell'automobile torinese è troppo importante per essere lasciato a un destino incerto: si faccia il possibile per aprire realmente il mercato della nostra provincia e regione anche a investitori stranieri come General Motors e Volkswagen ad esempio.

Il prossimo Governo regionale avrà davanti un compito arduo, ma fondamentale: rivedere il sistema industriale dell'automobile piemontese favorendone il rilancio con o senza FIAT.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerutti: "Rivedere il sistema industriale dell'auto piemontese"

TorinoToday è in caricamento