menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le case occupate dagli anarchici all'asta: in Comune passa la mozione

A sorpresa in Comune, con l'appoggio di parte dei Moderati, passa una mozione che prevede l'impegno della giunta per mettere all'asta le case occupate dai centri sociali di Torino

Mettere all’asta i centri sociali. In pochi avrebbero scommesso che sulla spinosa questione dei centri sociali si potesse giungere ad una mozione con questo intento, soprattutto in una città governata dal centro-sinistra. Eppure, il documento proposto da Maurizio Marrone (Fdi) e Giuseppe Sbriglio (ex Idv) ha raccolto i voti del centro-destra e di una parte dei Moderati: grazie all’astensione di alcuni Moderati e di tre ex socialisti (La Ganga, Cuntrò e Araldi) il provvedimento è potuto passare.

Una mozione rivoluzionaria, che è stata approvata in Consiglio Comunale imponendo il riutilizzo degli immobili occupati ad uso sociale e la messa all’asta delle palazzine, riversando il ricavato nel bacino del welfare. La Sala Rossa l’ha approvata proprio mentre, in strada, manifestavano i profughi che occupano le palazzine ex Moi di via Giordano Bruno, grazie all’aiuto dei centri sociali.  

Resta da capire quali conseguenze avrà la mozione nel pratico, anche perché è previsto solo un impegno della giunta nella direzione sopra indicata. La bagarre però è scoppiata lo stesso, anche perché il voto a favore dei Moderati ha generato un piccolo, grande corto-circuito nella maggioranza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento