Politica

Polemica della Lega: "Non facciamoci incantare dai centri commerciali"

Fabrizio Ricca ha mosso alcune critiche nei confronti dei centri commerciali perché "promettono posti di lavoro e grandi giri d'affari"

Da molti anni a questa parte i centri commerciali sono diventati punto di acquisti di ogni tipo, molte volte creando anche problemi ai piccoli negoziati, costretti in alcuni casi a chiudere la propria attività. A tal proposito ha parlato il capogruppo della Lega al Comune di Torino, Fabrizio Ricca, dicendo che "non è tutto ora quel che luccica" e riferendosi in particolare al fatto che "Torino embra diventata la Città dei grandi centri commerciali, che promettono posti di lavoro e grandi giri d'affari. Ma dopo un Natale piuttosto magro, è il caso di riflettere sull'opportunità di farci incantare da questi grossi centri, forieri di numerosi problemi logistici e sociali".


"Nel raggio di poco più di un chilometro - rimarca il consigliere - c'é una concentrazione di colossi in concorrenza reciproca che non ci fa ben sperare per il mercato del lavoro. Abbiamo quindi presentato una interpellanza per fare chiarezza sulle intenzioni del Comune e tutelare tutelare numerosi cittadini da un possibile licenziamento". Per Ricca, con la politica dei centri sociali "si mettono a rischio i posti di lavoro di tutti i dipendenti di grandi catene che possono permettersi senza problemi di chiudere un punto vendita". Dello stesso avviso anche Alessandro Benvenuto, segretario provinciale leghista e consigliere a Venaria. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemica della Lega: "Non facciamoci incantare dai centri commerciali"

TorinoToday è in caricamento