menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

25 Aprile, celebrazioni al cimitero Monumentale ma mancano i rappresentanti di destra

Chiamparino: "Sono molto preoccupato"

Dopo aver partecipato alla fiaccolata il giorno prima, c'erano sia il governatore del Piemonte Sergio Chiamparino che la sindaca di Torino Chiara Appendino alla celebrazione al Cimitero Monumentale per il 25 Aprile. Erano presenti l'Anpi, le associazioni di ex deportati e molti cittadini ma mancavano rappresentanti di destra. Chiamparino e Appendino, a questo proposito, non hanno mancato di lanciare l'allarme sul rigurgito neofascista che oggi si sta affermando:

"Il 25 aprile dovrebbe essere la festa di tutti coloro che si riconoscono nella Costituzione - ha detto Chiamparino, candidato alle elezioni regionali del 26 maggio -. Per questo sono stato molto colpito dalle assenze nelle iniziative istituzionali torinesi di ieri e oggi. Non è tollerabile che forze politiche che rappresentano la nazione, non sentano il dovere, se non il piacere, di onorare e ricordare chi è morto per la libertà di cui anche loro usufruiscono. Sono molto preoccupato". 

Dello stesso avviso è la sindaca Appendino: "Ognuno è responsabile delle proprie azioni, ma credo che un amministratore di qualsiasi livello e colore politico abbia il dovere di partecipare alle celebrazioni del 25 aprile. Mi riferisco al governo, ai ministri. Credo sia un sgarbo istituzionale non essere presenti a un momento della comunità e di un Paese intero - aggiunge -. Abbiamo la responsabilità di festeggiare cercando di mantenere vivi i valori del 25 Aprile".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento