Politica

'Diritto al panino', le Istituzioni: “La sentenza vale per le 58 famiglie ricorrenti”

Secondo Comune di Torino, Regione Piemonte e ufficio scolastico regionale il verdetto della corte d'Appello pone delle difficoltà

Venerdì l'assessora all'Istruzione del comune di Torino, Federica Patti, della Regione Piemonte, Gianna Pentenero, e il direttore dell'ufficio scolastico regionale, Fabrizio Manca, hanno incontrato l'avvocato Vecchione e alcuni genitori titolari del ricorso sul pasto domestico nelle scuole.

"Abbiamo ascoltato le ragioni del comitato - dichiarano - ed esposto le difficoltà organizzative, logistiche e di autorizzazioni sanitarie che la sentenza della corte d'Appello di Torino pone alle istituzioni competenti”. 

Ribadiamo - aggiungono Patti, Pentenero e Manca - che la sentenza vale per le 58 famiglie ricorrenti e attendiamo la pronuncia definitiva da parte della corte di Cassazione. Ci siamo comunque presi l'impegno di verificare l'applicabilità della sentenza, alla luce delle condizioni organizzative dei servizi mensa e delle attuali norme igienico sanitarie di preparazione e somministrazione dei cibi. Questo nell'esclusivo interesse della salute e sicurezza alimentare di tutte le bambine e i bambini".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Diritto al panino', le Istituzioni: “La sentenza vale per le 58 famiglie ricorrenti”

TorinoToday è in caricamento