Giovedì, 13 Maggio 2021
Politica

Caravino, nessun candidato sindaco per le prossime elezioni: arriverà un commissario

In paese si vocifera siano state le liti ad avere scoraggiato qualunque iniziativa di candidatura

Il paese di Caravino, noto principalmente per il castello di Masino, rimarrà senza sindaco almeno fino alla primavera. Scadeva ieri, lunedì 24 agosto, il termine per presentare le liste per le amministrative del 20 e 21 settembre ormai alle porte e non uno dei 929 abitanti ha presentato la sua candidatura a sindaco. Un fatto che costringerà il prefetto di Torino, Claudio Palomba, a nominare per il piccolo centro del Canavese - così come previsto dalla legge - un commissario, con il compito di traghettare il Comune fino alle elezioni successive. 

L'attuale sindaca, Clara Angela Pasquale, dopo due mandati consecutivi, non ha alcuna intenzione di ricandidarsi e sebbene ci fossero le condizioni affinchè il testimone fosse passato al suo assessore Maurizio Valentino Corazza, si parla di una serie di dissapori tra i due verificatisi alla scadenza per la presentazione delle candidature. Condizione che sarebbe stata decisiva a far restare Caravino, almeno al momento, senza sindaco. Corazza infatti, al contrario di quanto in molti si aspettavano, non ha presentato nessuna lista. E le candidature non sono arrivate nemmeno dall'opposizione. L'ex primo cittadino, Antonio Bocchietti, 77 anni, adesso in minoranza, è ormai indirizzato infatti a fare il nonno a tempo pieno.   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caravino, nessun candidato sindaco per le prossime elezioni: arriverà un commissario

TorinoToday è in caricamento