"Due uomini non fanno una madre", comparsi i manifesti choc contro le coppie gay con figli

Appendino: ”Continuerò le trascrizioni all’anagrafe”

Si sono visti anche a Torino i manifesti “choc” di Pro Vita Onlus e Generazione Famiglia contro la gestazione per altri. Una campagna che si oppone con fermezza all’utero in affitto e che sui cartelloni, diffusi anche a Roma e Milano, tuona: “Due uomini non fanno una madre”, proponendo un’immagine simbolica forte. Sul manifesto infatti si vedono due uomini che spingono un carrello della spesa con dentro un bambino in lacrime, a voler sottolineare che “i bambini non si comprano “.

Secondo Pro Vita le donne, nell’ambito di questa pratica, non scelgono liberamente cosa fare del proprio corpo, “sono schiave e ignare dei rischi per la salute a cui si sottopongono”. E la sindaca Chiara Appendino, che recentemente a Torino, ha reso possibile l’iscrizione all’anagrafe dei figli delle coppie omosessuali nati all’estero, è stata chiamata in causa e non ha tardato a rispondere sui social:

“Ma due persone che si amano fanno una famiglia. Continuerò le trascrizioni e non smetterò di dare la possibilità a questo amore di realizzarsi”. 

Anche Monica Cerutti, assessora regionale ai Diritti civili, ha risposto allo slogan “Due padri non fanno una madre. Stop utero in affitto” comparso a Torino: “Troviamo questa campagna dei Pro Vita antistorica. – ha affermato - Nella realtà di tutti i giorni non c’è una sola famiglia ma tante di diverso tipo. Questo continuiamo a sostenere anche attraverso le nostre politiche. Il riconoscimento delle famiglie con due padri o due madri non toglie nulla alle famiglie tradizionali. Tutti hanno il diritto di essere felici”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • tutti hanno il diritto di essere felici.... sopprattutto è bambini.....che non sapranno più dire la parola mamma!

  • sempre stato ampiamente a favore dei diritti omosessuali inerenti al matrimonio, e sempre sarò contro alla possibilità che possano adottare. Chi tira in ballo le famiglie tradizionali violente parla a vanvera. Possono benissimo esserlo anche quelle omosessuali dal momento che il problema sono le persone

  • E semplicemente blasfemo

  • ... ah, lo choc sarebbe il manifesto... coda di paglia...

  • assolutamente favorevole alla regolarizzazione delle coppie gay, assolutamente contrario a dare loro figli in affidamento....un bambino ha bisogno di una figura maschile e una femminile

  • La mamma è insostituibile....neanche il miglior papà del mondo potrebbe sostituirla!!!

  • Non capisco perché se non si allinea il proprio pensiero con quello più "progressista" e di moda, ma magari ci si ritrova maggiormente in valori più tradizionali, si è CHOC...

  • meglio le cosiddette famiglie "normali" al cui interno ci sono violenza quotidiane di ogni tipo? ma per favore! l'amore è quello che conta, il falso perbenismo fa solo aria fritta

  • Al di là della pratica dell'utero in affitto - discutibile - ma le donne che la attuano/praticano non vengono obbligate..

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Acquista crack pagandola con prestazioni sessuali, viene punita brutalmente dal fidanzato-aguzzino

  • Cronaca

    Maxi-controllo di spacciatori sul fiume, ma due reagiscono: agenti feriti a bottigliate

  • Incidenti stradali

    I pazienti e i bersaglieri piangono il dottor Francesco Pietro, il medico col trombone e le piume nere

  • Sport

    Young Boys-Juventus streaming e tv: dove vedere la partita di Champions League in diretta

I più letti della settimana

  • La Volante della polizia si scontra con l'auto dei giocatori della Juve: poliziotto in ospedale

  • La ditta va a fuoco: colonna di fumo nero visibile da tutta la città

  • Terrore in classe: ragazzo armato di mazza da hockey si accanisce contro uno studente

  • Manifestazione in centro, deviate circa 20 linee Gtt: dettagli e orari

  • Cattivo odore dall'appartamento: morto un uomo, era stato dimenticato da almeno una settimana

  • Ragazzo cade in stazione e finisce tra treno e banchina: pesanti ritardi per la circolazione

Torna su
TorinoToday è in caricamento