Politica Centro / Piazza Palazzo di Città, 1

Mobilità e trasporti, in Comune i conti non tornano e il "buco" si allarga

La Finanza a Palazzo di Città, intanto la nuova e la vecchia giunta polemizzano

Pd e 5 Stelle, vecchia e nuova giunta, rischiano di finire entrambi coinvolti nell’inchiesta sui bilanci del settore della mobilità e dei trasporti torinese. Ci sarebbero crediti e debiti che compaiono e scompaiono a seconda del bilancio 2015 preso in esame. Dalle comparazioni emergerebbero differenze per 80 milioni di euro. 

Gli accertamenti sono partiti dall’esposto del consigliere comunale Alberto Morano, ex candidato sindaco, che per primo si è accorto dei “disallineamenti”.

Trattandosi di bilanci di società pubbliche, gli investigatori sono orientati a ipotizzare il reato di “falso in atto pubblico” per ora a carico di ignoti. Sono due i punti su cui si concentra l’attenzione degli inquirenti: da un lato ricostruire la contabilità delle società pubbliche, dall’altro chiarire come sia stato possibile approvare il bilancio del Comune senza inserire le voci dei debiti con le sue controllate.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità e trasporti, in Comune i conti non tornano e il "buco" si allarga

TorinoToday è in caricamento