Politica

Il Tar boccia il ricorso delle opposizioni: è salvo il bilancio pentastellato

Niente da fare per i ricorrenti che contestavano la delibera del Consiglio n.14/2017 per presunti vizi nel suo iter di approvazione

Respinto dal Tar del Piemonte il ricorso delle opposizioni in Consiglio comunale alla delibera sugli oneri di urbanizzazione.

Secondo i ricorrenti - Stefano Lo Russo del Pd, Francesco Tresso della lista Civica per Torino, Alberto Morano della lista Civica Morano, Eleonora Artesio di Torino in Comune-La Sinistra, Silvio Magliano dei Moderati, Osvaldo Napoli di Forza Italia, Fabrizio Ricca della Lega Nord e Roberto Rosso di Direzione Italia - l'omessa sottoposizione all'esame della Commissione consiliare la delibera n.14/2017, aveva determinato l'illegittimità della decisione di utilizzare gli oneri di urbanizzazione per la spesa corrente, 36 milioni di euro, nella stesura del bilancio 2017.

Il ricorso era stato esaminato la scorsa settimana e i giudici amministrativi avevano deciso di definire la causa con una sentenza in forma semplificata. La decisione dei giudici, cioè il rigetto delle ragioni presentate dai capi diminoranza, arriva alla vigilia della discussione in Consiglio comunale del bilancio di previsione.

“Accogliamo con soddisfazione la notizia - ha commentato il capogruppo M5S in Comune, Alberto Unia - e speriamo che le minoranze, dopo questo ennesimo attacco politico, invece di agire secondo  logiche di partito privilegino il bene comune e collaborino con la nuova amministrazione ”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Tar boccia il ricorso delle opposizioni: è salvo il bilancio pentastellato

TorinoToday è in caricamento