rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Politica

Il Collegio dei Revisori boccia il bilancio regionale del Piemonte

A rivelarlo Buquicchio dell'Idv: "Una stroncatura senza appello, ben più di un campanello d'allarme, un invito a riscrivere da capo i documenti contabili". Dura anche Cerutti di Sel: "Sa di bocciatura vera e propria"

Il Collegio dei Revisori boccia il bilancio regionali. A renderlo noto è Andrea Buquicchio, il capogruppo dell'Italia dei Valori in Consiglio regionale. "Una stroncatura senza appello - dice Buquicchio -, ben più di un campanello d'allarme, un invito a riscrivere da capo i documenti contabili".

I Revisori hanno evidenziato come il bilancio sia lacunoso: non sarebbe stata osservata la legge sul passivo di bilancio e ora l'amministrazione deve stare in guardia dal contrarre ulteriori debiti ed accendere nuovi mutui.

“La situazione finanziaria del Piemonte è drammatica, e non da oggi – osserva Buquicchio – come è evidente non tutte le criticità sono nate in questi anni. A questo punto ritengo doveroso che la Giunta riferisca in Consiglio come intende correggere i bilanci alla luce delle indicazioni fornite dai Revisori dei Conti”.

La relazione parla di sforamento del tetto massimo di indebitamento amministrativo. "Il bilancio ormai è da rifare - dice Monica Cerutti di Sel -. La bocciatura del bilancio da parte dei Revisori dei conti, non rappresenta solamente una pesantissima critica ad un atto amministrativo, ma ha la valenza di una bocciatura politica vera e propria. Si vada oltre - aggiunge - la sentenza del Tar perché più che un Governatore illegittimo, Cota è un Governatore dannoso per il territorio piemontese con una Giunta che non è in grado neppure di scrivere l'atto più importante del nostro ente".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Collegio dei Revisori boccia il bilancio regionale del Piemonte

TorinoToday è in caricamento