Lunedì, 25 Ottobre 2021
Politica Moncalieri

Furino: "Il mio partito è Moncalieri", il centro destra è pronto a conquistare il Comune

Questa mattina nella sede di Forza Italia di Moncalieri la coalizione dei centro destra ha presentato ufficialmente alla stampa il suo candidato sindaco Beppe Furino

Nella sede di Forza Italia di Borgo Mercato, a Moncalieri, la coalizione di centro destra ha presentato alla stampa il suo candidato sindaco Beppe Furino. A sostenere l'ex giocatore della Juventus e imprenditore nel campo delle assicurazioni sono i partiti storicamente collocati in città nell'alveo del centro destra: Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d'Italia, il Partito liberale italiano e la lista civica, fortemente voluta dallo stesso Furino, Alleanza per Moncalieri. 

Molti i rappresentanti della politica regionale presenti. A sostenere la candidatura di Furino sono arrivati Gilberto Picchetto, Forza Italia, l'ex presidente della regione Piemonte, Roberto Cota, e Maurizio Marrone, consigliere regionale di Fratelli d'Italia. Ed è proprio l'ex governatore che spiega come: "Per questa alleanza è centrale essere alternativi al centro sinistra, dobbiamo imparare a rompere questa sudditanza culturale che abbiamo subito in questi anni". 

La coalizione non ha però ancora presentato il suo programma ufficiale e i progetti per la città, ma sembrerebbe che al centro dell'offerta politica dei sostenitori di Furino ci siano la sicurezza e il rilancio industriale della città. "Moncalieri è il mio partito - spiega  il candidato sindaco- abbiamo come obiettivo quello di lavorare per Moncalieri, perché siamo stanchi di questi anni di governo impotente, di un centro sinistra che si è consumato con lotte di potere interno senza pensare ai problemi della città". 

Ma nonostante manchino ancora più di due mesi iniziano le prime polemiche. Secondo quanto spiegato dai sostenitori del centro destra il Comune avrebbe spostato le elezioni, previste per il 31 maggio, al 6 giugno. Una scelta politica che potrebbe tornare utile per un eventuale ballottaggio che si sposterebbe inevitabilmente ad estate già iniziata. Su altre e nuove possibili alleanze per la conquista del Comune, il centro destra cittadino non sembra rifiutare l'idea di una possibile convergenza con altri associazioni del territorio che potrebbe essere costruita anche con Casa Pound. 

In attesa della presentazione del programma elettorale Furino tesse pubblicamente lodi per Arturo Callegaro, storico consigliere della Lega Nord in città, che avrebbe rinunciato ad una sua candidatura a sindaco per il bene e l'unità del centro destra locale. Adesso per il centro destra non resta che la presentazione ufficiale del candidato alla città e la pubblicazione del programma di governo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furino: "Il mio partito è Moncalieri", il centro destra è pronto a conquistare il Comune

TorinoToday è in caricamento