Politica

Conti in Regione, Chiamparino: "Situazione di tranquillità fino al 2018"

Reschigna, assessore alle Finanze, ha spiegato quali saranno gli interventi della Regione nei prossimi mesi

La Regione Piemonte, con l'assestamento di bilancio, manterrà lo stesso livello di spesa del 2016, sia nel 2017 che nel 2018. "Un ottimo lavoro - ha detto il presidente Chiamparino - che mette in tranquillità e sicurezza la Regione per i prossimi due anni". Entro il 5 settembre gli assessorati faranno ancora il punto per un'ultima revisione, riservando un'attenzione particolare al settore turistico per il quale potrebbe esistere  ancora un margine di flessibilità.

"Con un avanzo vincolato di 420.800 euro - ha sottolineato Aldo Reschigna, assessore regionale al Bilancio - copriamo le quote del disavanzo che avevamo per il 2017 e il 2018 mentre abbiamo poco più di 485 milioni da utilizzare per le politiche di spesa della Regione". Cifra che, partendo dai 67 milioni del 2016, nei prossimi due anni sarà suddivisa in maniera diversa, a seconda delle esigenze.

Con questa spalmatura sui prossimi mesi, riprenderanno dunque gli investimenti e, come ha assicurato Chiamparino " non caleremo di un euro sulle politiche sociali". "Saranno completati progetti di edilizia scolastica - ha specificato l'assessore -, si coprirà la quota del 5% di partecipazione sugli ospedali di Chieri e Carmagnola e soprattutto finalmente sarà possibile realizzare gli interventi necessari in seguito ai danni provocati dalle alluvioni, tra il 1996 e il 2008". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conti in Regione, Chiamparino: "Situazione di tranquillità fino al 2018"

TorinoToday è in caricamento