Politica

Artesio: "Si taglino i costi della politica senza strumentalizzazioni"

Per la capogruppo Fds i tagli sono il risultato di un lungo percorso ma non bisogna cadere in generalizzazioni che minano il ruolo della sana politica

 Quello che ci interessa non è inseguire una propaganda sul taglio dei costi dei monogruppi perché ciò che esce dal risultato elettorale va rispettato. E non inseguiamo la propaganda dei 'politici tutti uguali' perché questo è il modo di dimenticare oggi le denunce fatte sulla legittimità delle elezioni regionali e sui conflitti di interesse". Lo afferma il capogruppo di Fds in Regione Piemonte, Eleonora Artesio.

"Non inseguiamo la propaganda perché - dice Eleonora Artesio - se le istituzioni democratiche costano e devono rendere conto della loro onesta iniziativa, costano altrettanto i contributi erogati alle imprese senza conseguenze misurabili sugli interessi pubblici. Quindi la situazione attuale non deve servire né per chi sogna di smantellare l'organizzazione delle persone attraverso le forme tradizionali dei partiti, né per chi allontana i problemi reali agitando strumentalmente il costo delle istituzioni".

La capogruppo di Fds afferma poi: "Uno dei primissimi atti del nostro gruppo è stata una proposta di legge sulla riduzione dei costi della politica". "I tagli votati oggi - osserva - sono parte di un percorso che, dall'inizio della legislatura, ha portato alla complessiva riduzione del trattamento economico dei consiglieri e dei costi del Consiglio Regionale. Il lavoro non é completo, perché alcune altre nostre proposte confluiranno nel tavolo di concertazione che entro la prossima settimana porterà al voto il testo". "Noi ci siamo mossi tra i primi - conclude - eppure non siamo in gara per puntarci al petto una medaglia, ma per confermare il ruolo della politica, soprattutto negli interessi dei più deboli".
(ANSA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Artesio: "Si taglino i costi della politica senza strumentalizzazioni"

TorinoToday è in caricamento