rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Politica

Salone del Libro, archiviata l'indagine su Appendino per l'incarico a Pasquaretta

La sindaca: "Confermata la mia estraneità ai fatti"

È stato archiviato dalla Procura il procedimento per concorso in peculato, a carico di Chiara Appendino, nell'ambito dell'inchiesta sulla consulenza affidata dal Salone del Libro al suo ex portavoce, Luca Pasquaretta. Secondo l'accusa, in ballo, per l'ex collaboratore della sindaca, per cui è stato chiesto il rinvio a giudizio, c'era un incarico da 5mila euro, cifra seguito restituita, ricevuto nel 2017 e mai svolto.

“Poche ore fa  - ha commentato la prima cittadina - è stata confermata a mezzo stampa l'accoglimento della richiesta di archiviazione da parte del Giudice per le indagini preliminari della mia posizione nella vicenda relativa alla consulenza affidata all’ex responsabile dell’ufficio stampa della Città di Torino, in occasione dell’edizione 2017 del Salone del Libro. Accolgo con soddisfazione la notizia - ha aggiunto - che conferma la mia estraneità ai fatti in oggetto. Ho sempre offerto massima collaborazione e piena disponibilità agli inquirenti, convinta che la verità, prima o poi, sarebbe emersa. Oggi si chiude definitivamente questo capitolo”.

Chiara Appendino, difesa dall'avvocato Luigi Chiappero, davanti ai magistrati, ha sempre sostenuto che quell'incarico era stato affidato contro la sua volontà. Archiviata anche la posizione di Elisabetta Bove, funzionaria del comune che aveva redatto il documento per la consulenza al Salone del Libro e che era stata accusata di falso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salone del Libro, archiviata l'indagine su Appendino per l'incarico a Pasquaretta

TorinoToday è in caricamento