rotate-mobile
Politica

Migranti, in mille in piazza contro Matteo Salvini

Presente anche Sergio Chiamparino, assente il M5S

Erano più di mille a manifestare in piazza Castello, davanti alla Prefettura, contro le azioni di governo degli ultimi giorni che hanno impedito alla nave Aquarius, con a bordo 629 migranti, di attraccare in Italia. "Aprite i porti" era il titolo del presidio organizzato dal Coordinamento Mai più fascismi al quale hanno preso parte anche diversi esponenti del Pd, primo su tutti, come aveva promesso, il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino.

  "Di fronte a un linguaggio anche violento di chiusura - ha dichiarato il governatore - è giusto dare un segnale di apertura e di accoglienza. Servono politiche europee, è vero, ed è necessaria una revisione del trattato di Dublino. Ma quando si è europei, lo si è sempre, non solo quando si tratta di ricevere i fondi ".

In piazza a manifestare, anche i sindacalisti di Cgil, Cisl e Uil, Radicali, attivisti di Emergency, di Rifondazione Comunista e diversi esponenti del mondo cattolico. Molti gli slogan e i cartelli contro Matteo Salvini.Non erano presenti invece gli esponenti del Movimento Cinque Stelle che in parte, hanno criticato le parole di Chiamparino e del Pd:

" Non so se questo pugno di ferro intrapreso dal Governo - ha detto Valentina Sganga, capogruppo pentastellato in Comune - , e paventato già un anno fa dall'ex ministro Minniti, servirà a smuovere le coscienze di tutti quelli che fino ad ieri in Europa si sono girati dall'altra parte di fronte alle più ingiuste miserie umane. So però una cosa: non accetto lezioni di moralità ed etica da nessuno di quelli che avrebbero dovuto fare qualcosa e non hanno mai mosso mezzo dito". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, in mille in piazza contro Matteo Salvini

TorinoToday è in caricamento