Politica Centro / Via Giuseppe Verdi

Cavallerizza Reale, dalla Giunta arriva il sì alla riqualificazione

Ma il consigliere M5S attacca: "Chiederò la sfiducia per l'assessore Iaria"

E’ stata approvata dalla Giunta Comunale la ricezione di una proposta di un progetto unitario di riqualificazione del complesso della Cavallerizza Reale. In compenso si è aperto un nuovo scontro con la maggioranza.

Acque agitate

Il consigliere del M5S, Damiano Carretto che a ottobre aveva presentato una mozione  insieme a Viviana Ferrero e Daniela Albano, con alcune linee guida per la riqualificazione della struttura, si è sentito scavalcato poichè la delibera appena approvata non rispetta alcuna indicazione contenuta nel suo atto. Carretto ha annunciato che preparerà una mozione di sfiducia per l'assessore all'Urbanistica Antonino Iaria, cercando l'appoggio delle opposizioni. 

Cosa prevede il progetto approvato

Il progetto proposto e approvato dalla Giunta indica una possibile definizione delle destinazioni d’uso urbanistiche del complesso di via Verdi, sulle quali la Giunta ha espresso un preciso indirizzo politico vincolante sulla base dei seguenti punti:

A. l’aumento degli spazi di proprietà diretta della Città (e di conseguenza da parte della cittadinanza) e degli spazi non di proprietà della Città ma vincolati, anche temporaneamente a un uso convenzionato con la Città;

B. la costituzione di un complessivo progetto di “polo culturale” orientato alla produzione e alla fruizione artistica, alla residenza temporanea e alla costituzione di sinergie con enti culturali nazionali e internazionali.

Si apre dunque, a tutti i possibili portatori di interesse - privati e pubblici che vogliano perseguire la finalità politica indicata dalla Giunta -, la possibilità di proporre progetti che valorizzino il complesso come polo culturale centrale. A tal proposito, la volontà del Mibac, di investire sulla ristrutturazione  della  parte pubblica del complesso, apre finalmente concreti scenari di valorizzazione culturale.

L'utilizzo del compendio, in questi ultimi anni, sotto varie forme spontanee ha evidenziato bene le possibilità di svolgere la funzione di polo culturale. Questo percorso proseguirà con la costituzione di un comitato permanente, costituito dai portatori di interesse, i quali proporranno progetti concreti di valorizzazione che saranno sottoposti a un coordinamento interassessorile, che le vaglierà. L'avvio di questo processo porterà alla definizione del piano unitario di riqualificazione del complesso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cavallerizza Reale, dalla Giunta arriva il sì alla riqualificazione

TorinoToday è in caricamento