rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica Ivrea

Gruppo inneggia al fascismo: denunciato per apologia

Nell'occhio del ciclone la due giorni di campo "nazional rivoluzionario"

Una che giorni di "campo nazional rivoluzionario" a Ivrea con tanto di stage di combattimento e preparazione fisica. È questo il motivo per cui il presidente del consiglio comunale di Ivrea, Elisabetta Ballurio, e il presidente dell'Anpi Ivrea e basso Canavese, Mario Beiletti, hanno depositato in procura un esposto per "apologia di fascismo".

A essere denunciato "Rebel firm", un gruppo di estrema destra che lo scorso 12 e 13 giugno ha organizzato gli incontri in questione, pubblicizzandoli sulla pagina Facebook dedicata, con manifesti e striscioni inneggianti il pensiero fascista. Denuncia che è stata inviata anche al commissariato di Ivrea della polizia e al questore di Torino.

La Legge Scelba

Nell'ordinamento italiano, l'apologia del fascismo è un reato previsto dall'art. 4 della legge del 20 giugno 1952, n. 645, anche detta Legge Scelba che "sanziona chiunque promuova od organizzi sotto qualsiasi forma, la costituzione di un'associazione, di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità di riorganizzazione del disciolto partito fascista, oppure chiunque pubblicamente esalti esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gruppo inneggia al fascismo: denunciato per apologia

TorinoToday è in caricamento