Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

Parentopoli in Comune: Anna Martina indagata per abuso d'ufficio

L'ex dirigente comunale sarebbe indagata con l'accusa di abuso di ufficio. Nel mirino i lavori pubblici affidati dal Comune di Torino

L'ex dirigente del comune di Torino Anna Martina sarebbe indagata per abuso di ufficio. E' quanto si apprende dall'agenzia di stampa Ansa e da fonti giudiziarie. La Procura di Torino avrebbe inoltre aperto un fascicolo in merito all'affidamento di alcuni incarichi dal Comune a società che fanno riferimento al figlio di Martina.

Sempre da quanto si apprende, la Guardia di Finanza avrebbe già sottoposto a perquisizione l'abitazione e l'ufficio in Municipio di Anna Martina.

La dirigente comunale si è dimessa lo scorso 16 ottobre dal suo incarico. Le dimissioni erano avvenute al termine di una lunga settimana in cui si erano spese molte parole circa i lavori pubblici della città assegnati senza gare d'appalto. Alcuni di questi sono stati affidati alla società di cui il figlio è socio.

Al vaglio della Procura e della Guardia di Finanza ci sarebbero due affidamenti diretti, uno nel 2008 e l'altro nel 2009, da circa 6.000 l'uno, che Martina ha firmato della Punto Rec Studios, società di cui il figlio, che non figura tra gli indagati, detiene il 44% delle quote. Si tratta in entrambi i casi della riproduzione di dvd promozionali del Comune di Torino. In mattinata i finanzieri hanno perquisito anche gli uffici della Punto Rec Studios, a Torino.

"Una sola volta, in assenza di un dirigente responsabile della procedura - aveva dichiarato Anna Martina il giorno delle dimissioni -, ho inavvertitamente firmato io un affidamento sotto soglia alla Puntorec. Errore oggettivamente ascrivibile alla mia responsabilità. Altri due affidamenti sotto soglia hanno osservato le procedure di rito; un ulteriore affidamento è stato deliberato sulla base di un raffronto fra preventivi diversi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parentopoli in Comune: Anna Martina indagata per abuso d'ufficio

TorinoToday è in caricamento